Chivasso, cittadinanza onoraria al maggiore Dario Ferrara che svelò la presenza della ‘ndrangheta

Chivasso

/

07/07/2018

CONDIVIDI

La città premia il costante impegno dei carabinieri e del loro comandante per il grande impegno contro la criminalità organizzata

Cittadinanza onoraria all’Arma dei carabinieri e al maggiore Dario Ferrara: a proporlo è Claudio Castello, sindaco di Chivasso che porterà la delibera in approvazione dell’assemblea nel prossimo consiglio comunale convocato per martedì 10 luglio. La motivazione? Il merito che va riconosciuto all’Arma e all’allora comandante della Compagnia di Chivasso capitano Dario Ferrara, 45 anni, (ora promosso maggiore e in forza al Nucleo Investigativo di Palermo) che rivelato la radicata presenza della ‘ndrangheta nel territorio chivassese grazie alle operazioni “Minotauro” e “Colpo di Coda”. Dario Ferrara assunse nel 2007 la guida della Compagnia di Chivasso da tenente e ne uscì, nel 2012 con i gradi di capitano.

Sotto il suo comando i carabinieri di Chivasso, oltre a una serrata indagine sulla criminalità organizzata, hanno condotto un efficace attività di contrasto nei confronti dello spaccio di droga. Tra le tante operazioni da ricordare è anche quello dei fratelli Magnis. L’attribuzione della cittadinanza onoraria premia l’intuito, il coraggio e il quotidiano impegno dell’Arma e di chi la comanda per tutelare la sicurezza dei cittadini e il rispetto delle leggi.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ciriè

/

19/02/2019

Ginecologia a Ciriè: il sabato appuntamento con l’iniziativa dell’Asl T04 “Le donne incontrano le ostetriche”

L’Asl T04 organizza il ciclo di appuntamenti gratuiti “Le donne incontrano le ostetriche”, che si svolgeranno […]

leggi tutto...

Belmonte

/

19/02/2019

Spettacoli teatrali e conferenze per tenere viva l’attenzione dei canavesani sul futuro del Sacro Monte di Belmonte

Tante iniziative per tenere desta l’attenzione dei canavesani e delle istituzioni locali sul Santuario di Belmone, […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

18/02/2019

Castellamonte: sulle scuole è scontro al vetriolo tra il sindaco Mazza e il dirigente Morgando

E’ polemica al vetriolo tra il dirigente delle scuole castellamontesi Federico Morgando e l’Amministrazione comunale. Il […]

leggi tutto...