Chivasso, aggrediscono un passeggero in stazione. Rintracciati e fermati dalla Polfer a Torino Porta Susa

Chivasso

/

18/06/2017

CONDIVIDI

Aggredito un cittadino di origine cinese per aver rifiutato una sigaretta. L'aggressore era in possesso di un coltello

Probabilmente lo avevano adocchiato da qualche minuto: la coppia di uomini di giovani di origini italiane, un 22enne residente nell’hinterland milanese e una ragazzo di 19 anni residente in provincia di Torino aveva avvicinato un uomo di origini cinesi che si stava attendendo l’arrivo del treno, chiedendogli una sigaretta. L’uomo si è rifiutato e il giovane di 22 anni gli ha sputato in viso e lo ha aggredito selvaggiamente facendo cadere la vittima a terra.

Subito dopo la coppia di giovani si è separata ed è fuggita a bordo di un convoglio ferroviario diretto a Torino. E’ accaduto nei giorni scorsi alla stazione ferroviaria di Chivasso. Alcuni passeggeri in attesa e che hanno assistito alla scena, hanno immediatamente avvisato il capotreno, il quale ha segnalato l’aggressione agli agenti della Polfer in servizio presso la stazione di Torino Porta Susa.

Quando il convoglio ferroviario si è fermato in stazione, gli agenti hanno individuato e fermato i due giovani che avevano alle spalle numerosi precedenti di polizia. Durante un’accurata perquisizione personale gli agenti hanno rinvenuto nelle tasche del ragazzo un coltello che è stato sequestrato.

Il giovane è stato denunciato per aggressione e possesso ingiustificato di strumenti atti a offendere.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/08/2019

Escursionismo: prende il via la prima, grande edizione, della “Grande Traversata delle Alpi”

C’è tempo fino al 31 ottobre 2019 per partecipare alla prima edizione di “Sguardi sulla GTA […]

leggi tutto...

16/08/2019

Venaria: l’auto prende fuoco e le fiamme lambiscono uno stabile. Terrore tra i residenti

L’auto ha preso fuoco all’improvviso e le fiamme si sono levate così alte da lambire le […]

leggi tutto...

16/08/2019

In montagna il cellulare non riceve il segnale. L’Uncem: “Se ne occupi con urgenza il Parlamento”

Centinaia di migliaia di persone che in questi giorni si trovano in montagna sanno di cosa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy