Ceresole Reale: Camillo, il camoscio salvato sul lago ghiacciato dai vigili del fuoco, è deceduto

Ceresole Reale

/

04/02/2019

CONDIVIDI

L'ungulato è spirato dopo il salvataggio, a causa delle ferite riportate e dall'ipotermia

Nonostante gli sforzi compiuti dagli uomini del Nucleo Saf dei pompieri, il camoscio Camillo non è riuscito a sopravvivere alle ferite riportate (forse causate dall’aggressione di un lupo) e ai gravi fisici causati dall’ipotermia. Il camoscio era stato salvato lo scorso martedì 29 gennaio dal Saf dei vigili del fuoco mentre giaceva su un blocco di ghiaccio staccatosi dalla patina di ghiaccio del lago di Ceresole Reale.

L’ungulato è spirato poche ore dopo il recupero. Gli abitanti di Ceresole Reale lo avevano affettuosamente soprannominato Camillo. Il camoscio aveva undici anni e aveva perso tempo fa, qualche tempo fa un occhio.

E’ morto, nonostante gli sforzi compiuti dai soccorritori, prima di giungere nel Centro Veterinario di Grugliasco.

Leggi anche

11/07/2020

Lessolo: violento scontro tra auto e scooter. “Centauro” di 17 anni è grave in ospedale a Ivrea

Ancora un grave incidente stradale ha funestato la giornata di ieri, venerdì 10 luglio. E ancora […]

leggi tutto...

11/07/2020

46enne devasta il dehor di un bar con un bastone. Gli avventori fuggono spaventati. Arrestato

Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 10 luglio, tre equipaggi del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Torino […]

leggi tutto...

10/07/2020

Previsioni meteo: in aumento l’instabilità. Possibili rovesci e temporali fino a domenica

L’Arpa piemontese avverte che il transito di una perturbazione a Nord delle Alpi determinerà tra la […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy