Ceresole Reale: Camillo, il camoscio salvato sul lago ghiacciato dai vigili del fuoco, è deceduto

Ceresole Reale

/

04/02/2019

CONDIVIDI

L'ungulato è spirato dopo il salvataggio, a causa delle ferite riportate e dall'ipotermia

Nonostante gli sforzi compiuti dagli uomini del Nucleo Saf dei pompieri, il camoscio Camillo non è riuscito a sopravvivere alle ferite riportate (forse causate dall’aggressione di un lupo) e ai gravi fisici causati dall’ipotermia. Il camoscio era stato salvato lo scorso martedì 29 gennaio dal Saf dei vigili del fuoco mentre giaceva su un blocco di ghiaccio staccatosi dalla patina di ghiaccio del lago di Ceresole Reale.

L’ungulato è spirato poche ore dopo il recupero. Gli abitanti di Ceresole Reale lo avevano affettuosamente soprannominato Camillo. Il camoscio aveva undici anni e aveva perso tempo fa, qualche tempo fa un occhio.

E’ morto, nonostante gli sforzi compiuti dai soccorritori, prima di giungere nel Centro Veterinario di Grugliasco.

Leggi anche

11/11/2019

Volpiano: una sala dedicata al dottor Enrico Furlini, ex medico e presidente del Consiglio comunale

Domenica 17 novembre alle 10 la sala sotto i portici del Municipio di Volpiano (piazza Vittorio […]

leggi tutto...

11/11/2019

Ivrea, in cento chiedono al sindaco che sia conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre

Una petizione corredata da oltre un centinaio di firme: è quella che è stata inoltrata al […]

leggi tutto...

11/11/2019

Favria commemora i caduti in guerra. E la “penna nera” Giorgio Cortese esalta i Valori Alpini

Anche il Gruppo Alpini di Favria ha partecipato alla commemorazione del 4 novembre, Festa delle Forze […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy