Ceresole Reale: Camillo, il camoscio salvato sul lago ghiacciato dai vigili del fuoco, è deceduto

Ceresole Reale

/

04/02/2019

CONDIVIDI

L'ungulato è spirato dopo il salvataggio, a causa delle ferite riportate e dall'ipotermia

Nonostante gli sforzi compiuti dagli uomini del Nucleo Saf dei pompieri, il camoscio Camillo non è riuscito a sopravvivere alle ferite riportate (forse causate dall’aggressione di un lupo) e ai gravi fisici causati dall’ipotermia. Il camoscio era stato salvato lo scorso martedì 29 gennaio dal Saf dei vigili del fuoco mentre giaceva su un blocco di ghiaccio staccatosi dalla patina di ghiaccio del lago di Ceresole Reale.

L’ungulato è spirato poche ore dopo il recupero. Gli abitanti di Ceresole Reale lo avevano affettuosamente soprannominato Camillo. Il camoscio aveva undici anni e aveva perso tempo fa, qualche tempo fa un occhio.

E’ morto, nonostante gli sforzi compiuti dai soccorritori, prima di giungere nel Centro Veterinario di Grugliasco.

Leggi anche

18/09/2019

Previsioni meteo in Canavese: l’arrivo della perturbazione porta con sè piogge e temporali

Queste le previsioni metereologiche di mercoledì 18 settembre: AL NORD Mattinata instabile sulle regioni nord-orientali con […]

leggi tutto...

17/09/2019

Dal 26 al 30 settembre la Festa dell’Uva a Carema per i 52 anni della Doc, frutto di cultura millenaria

Da giovedì 26 a lunedì 30 settembre a Carema con la 67ª Festa dell’Uva e del […]

leggi tutto...

17/09/2019

Rivarolo: il sindaco Rostagno conferirà la cittadinanza onoraria al vescovo Luigi Bettazzi

L’appuntamento è da annoverare tra quelli da non perdere: domenica 29 settembre il sindaco di Rivarolo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy