Castelnuovo Nigra: una e-mail al governo per salvare la villa del diplomatico Costantino

Castelnuovo Nigra

/

24/05/2016

CONDIVIDI

In pista anche Cuorgnè, Valperga e Sparone per ottenere i finanziamenti legati ai 150 milioni per il recupero degli edifici storici abbandonati

Il governo ha stanziato la ragguardevole somma di 150 milioni di euro per recuperare i luoghi pubblici dimenticati? Ed ecco che i comuni dell’Alto e Medio Canavese invitano la popolazione a inviare una e-mail entro il 31 maggio all’indirizzo telematico bellezza@governo.it con la seguente dicitura: “La villa di Costantino Nigra, a Castelnuovo Nigra (To) appartenuta al diplomatico, filologo, etnologo e politico, figura chiave del Risorgimento italiano”. A mobilitarsi per ottenere i fondi per restaurare la dimora avita dell’illustre figlio del Canavese sono i comuni di Castelnuovo Nigra, Cintano, Colleretto Castelnuovo, Borgiallo, Chiesanuova, le “Tre Terre Canavesane” (Castellamonte, Agliè, San Giorgio Canavese) e il comune di Rivarolo Canavese. L’obiettivo è comune: strappare all’incuria e alla rovina in cui versa da tanti, troppi, decenni, l’edificio che il diplomatico (fedele consigliere del primo ministro del Regno di Sardegna Camillo Benso Conte di Cavour) costruì, accanto all’antico castello e che oggi rappresenta la testimonianza e il simbolo di un canavesano che ha contribuito a fare la storia d’Italia.

La sua opera di filologo ed etnologo si è concretizzata nel recupero dei “Canti Popolari del Piemonte”. I cori locali, è giusto sottolinearlo, utilizzano tutt’oggi questi testi. Scrivere una mail non costa nulla e dedicare pochi minuti a scriverla potrebbe contribuire a salvare un monumento di grande importanza storica per tutto il territorio. La stessa idea l’hanno avuta il comune di Sparone che vorrebbe restaurare la storica rocca di Re Arduino e la chiesa di Santa Croce, Cuorgnè che ha bisogno di fondi per il pieno recupero del teatro che sorge nella centralissima piazza Boetti che sarà dedicata all’uomo di cinema e sceneggiatore cuorgnatese Tullio Pinelli (mancano all’appello 50mila euro per terminate le opere di restauro previste). Anche l’amministrazione comunale di Valperga è scesa in lizza per il recupero dell’asilo infantile “Luttati” che il comune acquisirà a breve.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

18/06/2018

Al castello di San Giorgio la terza edizione di Expoelette, il Forum dove le donne sono protagoniste

E’ giunta alla terza edizione il Forum Expoelette che sarà nuovamente ospitato nella suggestiva cornice dello […]

leggi tutto...

18/06/2018

Canavese: tranciati in un cantiere i cavi della “fibra” e i servizi sanitari dell’Asl T04 vanno in tilt

Oggi, lunedì 18 giugno, verso le ore 8,00, i lavori di un cantiere della Città di […]

leggi tutto...

18/06/2018

Dramma a Leinì: esce di strada per un malore e finisce con l’auto nel fossato. Muore un 68enne

Il malore, improvviso e inesorabile, lo ha stroncato mentre si trovava alla guida della propria Fiat […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy