Castellamonte: spunta un quaderno in cui Gloria Rosboch annotava termini commerciali in francese

Castellamonte

/

04/02/2016

CONDIVIDI

Oggi a "Pomeriggio Cinque" è andato in onda un ampio servizio dedicato alla scomparsa della professoressa di sostegno

L’inspiegabile scomparsa di Gloria Rosboch, la sua vicenda umana, la presunta truffa di cui sarebbe stata vittima, il suo rapporto (non sentimentale) con l’ex allievo che ha rincontrato dopo alcuni anni e le email che l’insegnante precaria di Castellamonte ha scambiato con il giovane, sono stati il tema della puntata di “pomeriggio Cinque” in onda quest’oggi su Canale 5 condotta da Barbara D’Urso. Alla puntata ha partecipato anche Stefano Caniglia, legale della famiglia Rosboch, che ha illustrato nei dettagli la denuncia-querela che la professoressa aveva presentato lo scorso 28 settembre alla procura di Torino.

Una querela che ripercorre tutti i particolari dell’inquietante vicenda che ha come protagonista una donna di 49 anni, insegnante di sostegno alla scuola “Cresto” di Castellamonte, che spera in un futuro migliore, diverso da quello dell’insegnante precaria. Non passa giorno che non trapelino nuovi particolari: prima la comparsa della presunta direttrice di banca e di un misterioso uomo e oggi pomeriggio nel corso della trasmissione televisiva è stata data lettura di alcuni estratti di una delle email scritte dal ventiduenne: una missiva dove si accenna chiaramente a un investimento da fare a Antibes, in Costa Azzurra, ai solleciti affinché la donna si convinca a versare quei 187mila euro, ritirati dalla banca Fideuram e consegnati all’ex allievo.

E poi le ricerche ancora infruttuose, effettuate anche con l’ausilio dei droni nel torrente Chiusella. Gli anziani genitori sono convinti che Gloria Rosboch non si sia allontanata di sua spontanea volontà e che neanche si sia tolta la vita, nonostante la delusione per quanto era accaduto nel 2014. In trasmissione è stato anche mostrato un piccolo “quaderno di bella” dove Gloria aveva annotato numerosi termini in francese e che avrebbero dovuto avere una correlazione con l’investimento commerciale che lei e il giovane avrebbero dovuto avviare in Francia.

Il quaderno è stato consegnato ieri dalla famiglia di Gloria all’avvocato che domani, lo consegnerà alla procura di Torino affinchè sia allegato agli atti. E poi è anche emerso il particolare delle lettera di diffida inviate dalla scuola a Gloria Rosboch: se non si presenterà, la dirigenza assumerà i dovuti provvedimenti. “Gloria Rosboch rischia anche di perdere il lavoro – ha dichiarato il suo legale -. Non è che la professoressa non voglia presentarsi a scuola. Il problema è che è scomparsa. Sono due cose diverse”. Domani sera toccherà a Quarto grado, la trasmissione di Retequattro, condotta dal giornalista e scrittore  Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, dedicata alle grandi vicende della cronaca nera nazionale, ad occuparsi del giallo di Castellamonte.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

14/08/2018

Sanità in Canavese: l’Asl T04 assume 101 operatori sanitari per fronteggiare la carenza di personale

Oggi, martedì 14 agosto, la Direzione Generale dell’Asl T04 ha disposto l’assunzione di 101 operatori sanitari: […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

14/08/2018

Rivarolo-Favria: violento scontro tra auto al passaggio a livello. Una vettura finisce sui binari

E’ stato per un puro caso se il bilancio di un incidente stradale non si è […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy