Castellamonte, il sindaco Mazza: nessuna crisi dopo l’abbandono dei consiglieri Ertola e Villirillo

Castellamonte

/

25/11/2018

CONDIVIDI

Contrattacco della lista che sostiene il primo cittadino la quale sostiene la tesi che la popolazione sia ben poco interessata a quelle che vengono definite "beghe di palazzo". Ma è certo che adesso bisognerà fare i conti con una maggioranza dai numeri risicati

I consiglieri Maria Luida Villirillo e Andrea Ertola hanno abbandonato la maggioranza che sostiene il sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza? A dispetto di tutto la maggioranza assicura di avere tutta l’intenzione di andare avanti per raggiungere gli obiettivi che si era prefissata in campagna elettorale. La reazione politica alle dimisioni dei due consiglieri, passati adesso nei banchi dell’opposizione, ha avuto una lunga incubazione sfociata in un comunicato sottoscritto da Pasquale Mazza e dagli assessori e consiglieri rimasti fedeli, nel quale si stigmatizza la decisione di abbandonare la lista che ha vinto le elezioni amministrative senza nessuna richiesta di confronto. Un fatto sempre essere certo: le dimissioni prima di un assessore e quella dei due consiglieri comunali, fanno pensare che la maggioranza di governo non sia più tanto solida.

“Tutto il gruppo consiliare di maggioranza ha appreso con dispiacere e soprattutto con una profonda delusione la notizia relativa la remissione delle deleghe da parte di Maria Luisa Villirillo ed Andrea Ertola. la delusione è innanzitutto umana – si legge nel comunicato – per l’abbandono senza richieste di confronto, senza possibilità di contraddittorio, di un progetto in cui noi ancora crediamo”. Detto questo, a giudizio di chi ha sottoscritto la nota, chi paventa un tracollo istituzione non fa che rendere più coeso un gruppo di persone che si sono alacremente impegnate per il bene del Comune. La delusione è doppia viene specificato, soprattutto dal punto di vista istituzionale perché con le dimissioni i consiglieri Ertola e Villirillo avrebbero “disattesa con la rinuncia all’assunzione delle proprie responsabilità”.

E non è tutto: sull’operato di chi ha rimesso le deleghe sindaco ed ex colleghi non esprimono giudizi: “… saranno altri che potranno giudicare il loro percorso, così come quello dell’intero gruppo eletto. Quello che possiamo dire è che, Villirillo ed Ertola, hanno percorso sentieri diversi e molto diverso è stato il lavoro profuso in questi mesi. Diversi sono stati gli obiettivi prefissati e raggiunti. È alquanto strano che i due abbiano rimesso le deleghe adducendo identiche motivazioni”.

Una constatazione che avvalora, secondo il sindaco Pasquale Mazza gli assessori e i consiglieri di maggioranza la convinzione che la popolazione sia ben poco interessata a quelle che vengono definite “beghe di palazzo”.

“La popolazione ha affidato a tutti noi il compito di amministrare e migliorare questo Comune. Continueremo a lavorare, rispondendo con i fatti alle critiche. Siamo pertanto determinati a portare sino in fondo gli obiettivi che ci siamo prefissati e per i quali abbiamo richiesto e ottenuto la fiducia dei Cittadini di Castellamonte”. Il prosieguo è ancora tutto da scrivere perché la defezione dei due consiglieri comunali costringe la maggioranza a fare i conti non numeri molto risicati.

Leggi anche

19/11/2019

Venaria: tenta di avvelenare il figlio con un mix letale nel biberon. Arrestata donna di 42 anni

È finita in manette la mamma di 42 anni che ha tentato di uccidere il figlio […]

leggi tutto...

19/11/2019

Un inaspettato successo la partecipazione delle “Tre Terre Canavesane” al Fico di Bologna

“Il vostro stand oggi è stato uno delle attrazioni più apprezzate dai visitatori di Fico, vi […]

leggi tutto...

19/11/2019

“Canavesana”: pressing della Regione sul Gtt per bloccare temporaneamente l’aumento del biglietto

Si attende una svolta sulla questione delle tariffe di biglietti e abbonamenti dell’Sfm1, che, nelle intenzioni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy