Castellamonte: Pianasso riconfermato per acclamazione segretario provinciale della Lega Nord

Castellamonte

/

04/07/2017

CONDIVIDI

"I risultati sono sotto gli occhi di tutti: il nostro movimento è in crescita costante anche nel nostro territorio e lo confermano i risultati di Favria e soprattutto di Chivasso"

La Lega Nord Canavese riconferma Cesare Pianasso come segretario provinciale al termine del congresso di Castellamonte che si è svolto domenica 2 luglio, alla Casa della Musica. “Devo ringraziare tutti i militanti per la fiducia che mi hanno accordato e per il grande lavoro svolto in questi anni – afferma il segretario rieletto – I risultati sono sotto gli occhi di tutti: il nostro movimento è in crescita costante anche nel nostro territorio e lo confermano i risultati di Favria e soprattutto di Chivasso, dove abbiamo triplicato i consensi rispetto alla precedente consultazione. La Lega cresce e si consolida, dimostrandosi l’unica forza politica realmente attenta ai bisogni della nostra gente, soprattutto dei più bisognosi. E se questo vuol dire essere tacciati di razzismo o populismo, allora sono orgoglioso di esserlo”.

Al congresso è intervenuto anche il segretario nazionale della Lega Nord Piemont, Riccardo Molinari. “Nel giro di un anno o poco più abbiamo ribaltato gli equilibri nella nostra regione e siamo pronti a riprendere le redini del governo con le elezioni del 2019 – ha spiegato nel corso del suo intervento– Ovunque in Piemonte la Lega è il primo partito del centrodestra e le recenti elezioni amministrative hanno mostrato chiaramente che il centrodestra unito vince, ma solo quando è a trazione leghista, quando si portano avanti i temi e le battaglie che ci sono proprie”. A giudizio del segretario nazionale il Carroccio è l’unico a dare voce a quella larga parte della popolazione che il governo centrale e regionale ha ignorato e tradito. Nelle periferie delle grandi città, come nei piccoli paesi della provincia, che ora devono subire il ricatto da parte della Giunta Chiamparino.

“La Regione ha stanziato con una legge ad hoc dei contributi a favore dei Comuni per la realizzazione di interventi pubblici – ha concluso Riccardo Molinari -. Peccato che tali fondi siano vincolati alla creazione di comunità di accoglienza per i migranti. Insomma, nonostante la gente con il voto recente abbia dato un segnale forte contro le politiche sull’immigrazione perseguite sinora, nonostante il ministro Minniti finalmente abbia annunciato misure per fermare questa invasione, il Pd persevera con la sua politica di sostituzione della popolazione: facciamo scappare i nostri laureati, che emigrano in cerca di impieghi più stabili e meglio remunerati, e li sostituiamo con una massa di disperati, che servono solo ad arricchire le solite cooperative”.

 

 

5 allegati

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy