Castellamonte: minacciava e picchiava la madre per avere soldi. Arrestato un disoccupato 29enne

26/02/2019

CONDIVIDI

Nel 2018 giudici del tribunale eporediese avevano imposto all'uomo il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna

I carabinieri della compagnia di Ivrea hanno arrestato un 29enne, A. C.G., disoccupato, residente a Castellamonte, dando esecuzione all’ordine di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale della cittadina eporediese nei confronti del giovane cui, nel giugno 2018, era già stato imposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla madre.

Era stata proprio la donna, stanca delle continue minacce e richieste di denaro del figlio, a denunciare lo scorso anno ai carabinieri i reiterati episodi di violenza. Le prescrizioni a tutela della donna individuate dall’Autorità Giudiziaria non erano tuttavia bastate a scoraggiare il giovane, che continuava con regolarità a violarne i precetti, avvicinandosi alla persona offesa e perseverando nel proprio atteggiamento persecutorio, così da indurre i carabinieri della stazione di Castellamonte a richiedere l’adozione della misura restrittiva in carcere.

La denuncia da parte delle vittime e la prontezza della conseguente risposta dell’istituzione rappresentano, oggi, i corollari imprescindibili a salvaguardia delle fasce più vulnerabili.

Leggi anche

11/12/2019

Previsioni meteo: da giovedì 12 allerta a causa delle abbondanti nevicate nelle Valli e in pianura

Prenderà l’avvio domani, giovedì 12 dicembre l’avviso di condizioni meterologiche avverse che prevede precipitazioni a carattere […]

leggi tutto...

11/12/2019

La Fondazione “Onda” e il Ministero premiano i tre ospedali dell’Asl T04 perchè a “misura di donna”

Questa mattina, mercoledì 11 dicembre, a Roma, presso il Ministero della Salute, si è svolta la […]

leggi tutto...

11/12/2019

Chivasso: la multinazionale Amazon al fianco delle donne vittime di violenza e sostiene due associazioni

Il colosso multinazionale Amazon è al fianco delle donne vittime di violenza. Nel contesto della Giornata […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy