Castellamonte: l’ultimo addio della città all’ex calciatore juventino Antonio Pietro Barengo

Castellamonte

/

27/06/2016

CONDIVIDI

Barengo si è spento lo scorso venerdì all'ospedale di Cuorgnè. Militò per una stagione nella Juventus di Boniperti e poi nell'Ancona. Concluse la sua carriera a Pinerolo

Si sono svolti questo pomeriggio alle 16,00 presso la chiesa del Santi Pietro e Paolo a Castellamonte , i funerali di Antonio Pietro Barengo, deceduto lo scorso venerdì all’età di 81 anni, all’ospedale di Cuorgnè, dove era stato ricoverato. Antonio Barengo era uno dei pochi canavesani che potessero vantare una significativa carriera da calciatore professionista. Dopo aver debuttato nelle giovanili della Juventus, è in un torneo disputato a Monza, in serie B, che Barengo mette in evidenza le qualità atletiche basate sulla rapidità e la concretezza: una discreta ala che fa il suo ingresso in una squadra che, in quel momento può contare su una rosa di giocatori sulla quale spiccano nomi di campioni come Hansen, Boniperti e Viola. In una compagine di fuoriclasse, Antonio Barengo ha ben poche possibilità di emergere.

Nella società torinese milita in una sola stagione quella del 1966-56: gli tocca sostituire Praest, ma le sue prestazioni non sono così eccellenti da lasciare un ricordo indelebile nella panchina e nella dirigenza della società bianconera. L’anno seguente si reca ad Ancona e nella squadra della città marchigiana rimane per tre stagioni consecutive. Il castellamontese Antonio Barengo è disincantato e comprende che il grande calcio, quello che conta, rimarrà un sogno incompiuto. Nel 1959 lascia le Marche per trasferirsi a Pinerolo, dove gioca per alcune stagioni nelle fila dei semi-professionisti.

E’ con due presenze nella massima divisione che il castellamontese Antonio Barengo termina la sua carriera calcistica. Antonio Barengo lascia la sorelle Piera e i figli Luca e Barbara.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/10/2019

Tragico incidente stradale sull’ex statale 460 tra Leinì e Lombardore: due morti e quattro feriti

Due morti e quattro feriti: è il tragico bilancio di un terribile incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

19/10/2019

Ivrea, detenuto 35enne tenta di impiccarsi in cella. Salvato in extremis dalla polizia penitenziaria

Un detenuto italiano di origini sudafricane, 35enne, in carcere per omicidio, condannato all’ergastolo (ergastolo), mentre si […]

leggi tutto...

19/10/2019

Il presidente della Regione Alberto Cirio visita le eccellenze imprenditoriali del territorio canavesano

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio si è recato nella mattinata di giovedì 17 ottobre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy