Castellamonte, l’ultimo saluto alla partigiana “Gina”

29/05/2015

CONDIVIDI

Fu sottoposta a inenarrabili sevizie ma non tradì i propri compagni. Adesso riposa nel cimitero di Cuorgne

E’ stata una figura storica della Resistenza in Canavese. Luigina Trione, nipote del comandante partigiano “Spartaco II” si è spenta oggi a Castellamonte all’età di 87 anni. “Gina”, così era chiamata, è stata una donna che fin da giovanissima ha sofferto pene indicibili, dimostrando con il suo coraggio, la sua lealtà e il suo stoicismo, che la Resistenza ha occupato una parte importante della sua lunga esistenza. Le esequie funebri si sono svolte a Castellamonte, caratterizzate da una folta presenza di cittadini, di autorità civili e militari. Nel corso della cerimonia sono state ricordate le terribile sevizie e violenze anche sessuali cui fu sottoposta dai fascisti quando fu arrestata e condotta nella famigerata caserma Pinelli di Cuorgne. Un mese dopo venne trasferita a Torino nella tetra caserma di Via Asti. «Mi hanno fatto un sacco di interrogatori, perché volevano sapere dov’erano i partigiani – ha raccontato anni fa- ma io non ho mai parlato, dalla mia bocca non è mai uscito niente, anche se mi picchiavano con il frustino. Non so come abbia fatto a resistere. Il Signore mi ha aiutata». Condannata a otto anni di detenzione per appartenenza a bande armate, uscì di prigione nei giorni dell’insurrezione di Torino. Riconosciuta Partigiana combattente, Croce al Merito di Guerra, riceve nel 1968 la Medaglia di Benemerenza di Volontaria della Seconda Guerra mondiale dal Ministro della Difesa e il Distintivo Onorifico di Volontaria della Libertà. Nel 1984 Luigina ebbe il Diploma d’Onore al Combattente per la Libertà d’Italia 1943-1945 dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini. Tuttavia non ricevette mai, per motivi burocratici, la pensione di invalidità di guerra. La salma è stata tumulata, tra la commozione generale, nel cimitero di Cuorgne.

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy