Castellamonte: liquido e schiuma fuoriescono dalla discarica di Vespia. E torna la paura tra i residenti

Castellamonte

/

08/11/2018

CONDIVIDI

Gli abitanti delle frazione Campo e Muriaglio hanno lanciato l'allarme. Sul luogo sono intervenuti i tecnici dell'Arpa regionale, i Vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Ivrea

La discarica di Vespia continua a creare preoccupazione: questa volta a suscitare i timori dei residenti nei ressi dell’impianto di smaltimento un tempo gestito dall’ex consorzio Asa, è stato la fuoriuscita di liquido (presumibilmente percolato) e di una strana schiuma biancastra. Lo sversamento si è verificato nella notte tra martedì 6 e mercoldì 7 novembre e non si esclude che sia stato provocato dalle violente piogge che hanno investito nei giorni scorsi Castellamonte e l’Alto Canavese.

Liquido e schiuma hanno invaso la strada provinciale che conduce alle frazioni Campo e Muriaglio, le più vicine alla discarica, tanto vicino alle case che i residenti hanno immediatamente chiamato il 115. Sul luogo sono tempestivamente intervenuti i carabinieri della stazione di Castellamonte, i tecnici dell’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale e i Vigili del fuoco del distaccamento permanente di Ivrea. Anche il Comune è stato messo al corrente della fuoriuscita di liquido dall’impianto. Nei prossimi giorni l’Agenzia ambientale farà pervenire in Comune i risultati delle analisi eseguite sulla schiuma e sul percolato.

Martedì 13 novembre alle 21,00 l’amministrazione ha promosso un incontro pubblico in frazione Muriaglio proprio per discutere del futuro della discarica: alla serata prenderanno parte i tecnici della Città Metropolitana (l’ente che ha rilasciato l’autorizzazione per la riapertura della discarica).

Quanto è accaduto di recente ripropone lo scottante tema della presunta pericolosità dell’impianto di smaltimento dei rifiuti che ha ripreso l’attività soltanto di recente dopo un periodo di chiusura forzata.

Dov'è successo?

Leggi anche

Candia

/

24/03/2019

Canottaggio a Candia: all’Accademia del Remo di Napoli la Coppa del Rotary Special Olympics

Il primo Trofeo di canottaggio Special Olympics istituito dal Rotary Club Cuorgnè e Canavese in collaborazione […]

leggi tutto...

Chivasso

/

24/03/2019

Chivasso, pensionato 77enne morì in ospedale. La procura d’Ivrea indaga per omicidio colposo

Omicidio colposo: è l’ipotesi di reato con la quale la procura di Ivrea ha aperto un […]

leggi tutto...

24/03/2019

Tamponamento sulla bretella per Santhià: auto si ribalta in una scarpata. Ferita intera famiglia

L’intenzione era quella di recarsi all’aeroporto di Milano Malpensa dopo aver visitato Torino e il Canavese […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy