Castellamonte: l’europarlamentare Bresso a Sant’Anna. E la Lega si scaglia contro il sindaco

Castellamonte

/

28/03/2019

CONDIVIDI

Oggetto delle roventi polemiche innescate anche dagli altri gruppi di opposizione in Consiglio comunale è il convegno "Smart village-L'Europa per le piccole comunità". "E' propaganda elettorale" accusa la segreteria cittadina del Carroccio. Proteste da tutta l'opposizione

Il convegno “Smart village – L’Europa per le piccole comunità”, organizzato dal Consiglio della frazione di Sant’Anna Boschi di Castellamonte, che avrà luogo la prossima domenica 28 marzo, non ha soltanto sollevato le proteste dei consiglieri comunale di opposizione ma anche la dura reazione della Lega. La pietra dello scandalo è costituito dal fatto che all’incontro è stata invitata l’europarlamentare ed ex presidente della Regione Pimonte Mercedes Bresso. In un comunicato la Lega esprime tutta la sua disapprovazione per un evento giudicato “propagandistico in vista delle prossime elezioni europee”.

“Non sono ammesse forme di consultazione, divulgazione e coinvolgimento della popolazione, dei cittadini singoli ed associati, relativamente a propagande politiche di qualsiasi tipologia” commentano gli esponenti del direttivo della sezione locale del “Carroccio” -. Questo cita testualmente il regolamento dei Consigli di frazione, scritto e approvato dall’Amministrazione Mazza. Un mero pezzo di carta, visto che viene disatteso quando fa comodo”.

I leghisti non nutrono dubbi sulle intenzioni degli organizzatori: “Un convegno che è chiaramente il pretesto per fare propaganda filo-Pd in vista delle elezioni del 26 maggio, contravvenendo in pieno alle norme che la stessa maggioranza ha voluto redigere – critica il direttivo della Lega di Castellamonte -. Se davvero, come sostiene il sindaco, si tratta di una conferenza ‘tecnica’, allora ci dovrebbe spiegare perché il relatore è un politico e non un funzionario europeo. E se davvero non si tratta di un incontro propagandistico, allora perché mai non sono stati invitati altri politici di partiti diversi? Forse il Pd locale temeva che un convegno sotto le insegne di partito avrebbe fatto flop e così ha preferito ‘mascherarlo’ camuffandolo da tavolo tecnico. Cosa che non è, come si può ben capire”.

E non è tutto: a giudizio dei leghisti collocare il logo del Comune sui manifesti di quello che è chiaramente un evento di partito “è come minimo una forzatura”.

“Spiace constatare questo utilizzo disinvolto dei simboli istituzionali – prosegue la Lega castellamontese -. Quando sarà il momento la Lega, con il suo simbolo e senza ‘sfruttare’ i Consigli di frazione, organizzerà un vero evento, con veri tecnici, per illustrare modalità e possibilità offerte dai nuovi programmi di finanziamento europei 2021-2027”.

Leggi anche

20/10/2019

E’ di Levone il piccolo genio della matematica che a 11 anni ha sbaragliato migliaia di concorrenti

Frequenta la scuola media all’Istituto comprensivo di Caselle, lo studente 11enne di Levone che si è […]

leggi tutto...

20/10/2019

Leinì: la 23enne Denise è morta in un tragico incidente stradale. Il ricordo disperato del padre e degli amici

Denise Puglia, 23 anni, residente ad Alice Superiore in Val di Chy e Angelo Raffaele Torchia, […]

leggi tutto...

20/10/2019

Vische-Mazzè: banda di ladri fa saltare in aria due bancomat. I carabinieri sulle tracce dei malviventi

Intorno alle 1,30 circa della notte di domenica 20 ottobre,  a Vische e nella vicina Tonengo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy