Castellamonte, l’eccellenza alla Mostra della Ceramica

Castellamonte

/

29/05/2015

CONDIVIDI

Al via la 55a edizione della kermesse che presenta un nutrito calendario di appuntamenti

E’ giunta alla 55a edizione la tradizionale Mostra della Ceramica di Castellamonte. La kermesse aprirà i battenti da6 giugno. Nella mattinata di oggi, 29 maggio, ha avuto luogo la presentazione ufficiale nella sede di Confindustria Canavese a Ivrea, dove è già stata presentata anche il programma delle “Tre Terre Canavesane”. Organizzata dall’amministrazione comunale, col sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione CRT, a cura di Guido Curto, la rassegna è concepita in sintonia con EXPO 2015 e, come s’intuisce dal titolo «Ac principio terra universa», tratto dall’incipit di un bellissimo brano di Cicerone, è dedicata alla “divina” bellezza e ricchezza di nostra Madre Terra. Concetto presente in tutti i lavori di Luigi Mainolfi, il celebre artista (nato nel 1948 a Rotondi, vive e lavora a Torino) al quale è dedicata la mostra centrale di questa edizione. Mainolfi espone al primo piano di Palazzo Botton una serie di sculture realizzate tra 1981 e 2015 utilizzando proprio la terracotta di Castellamonte.

Accanto a Mainolfi, al piano terra di Palazzo Botton, va in scena un’altra mostra, intitolata Differenti Terre, nella quale espongono dieci artisti contemporanei attivi in Piemonte, che utilizzano la terracotta, senza però essere esclusivamente dei ceramisti, perché quasi tutti si esprimono anche con altri “media”, dalla pittura all’installazione. Ecco gli invitati in ordine di “apparizione” sulla scena artistica: Aldo Mondino (1938 Torino – 2005), Giovanni Matano (1944 Cascano Sessa Aurunca, Caserta, da molti anni vive e lavora a Castellamonte); Luisa Valentini (1954 Torino), Luigi Stoisa (1958 Giaveno, TO), Andrea Massaioli (1960 Torino), Jessica Carroll (1961 Roma, vive e lavora a Torino), e quattro artisti di una generazione più giovane che hanno frequentato assiduamente lo studio di Mainolfi: il giapponese Kimitake Sato (1969 Kobe, vive e lavora tra Torino e Tokio), Saverio Todaro (1970 Berna, vive e lavora a Torino), Renato Sabatino (1977 Vibo Valentia, vive e lavora a Torino), il rumeno Radu Rada (1979 Vaslui) che dopo aver studiato Scultura all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, ora vive e lavora a Bruxelles.

La terza sezione della Mostra della Ceramica si svolge al Centro Congressi “Martinetti”, dove la mostra Fruit & Vegetables presenta una trentina di opere, in terracotta, che hanno come iconografia prevalente la frutta e gli ortaggi, doni preziosi di Madre Terra, realizzate dai Maestri dell’Associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte e da altri autori del Territorio. Sarà inoltre presente una esposizione di stufe e di oggetti artigianali di ceramica curata dagli artigiani di Castellamonte.

Il percorso di visita prosegue al Castello, che dall’alto domina il centro storico, dov’è allestita una mostra dedicata alle più belle stufe antiche e d’artista. Calore e colore é il titolo di questa rassegna che mette in risalto una produzione locale di eccellenza mondiale. Prodotto attualissimo in tempi in cui il calore generato da fonti sostenibili come legno e pellets ha un valore etico-ecologico, e la bellezza di queste stufe in terracotta ce le fa apprezzare come vere e proprie opere d’arte e di design.

Inoltre, com’è ormai tradizione, anche il Liceo Artistico Felice Faccio di Castellamonte partecipa alla 55a Mostra della Ceramica esponendo opere realizzate dai docenti-artisti e dai migliori studenti, con una mostra, allestita nelle aule dell’Istituto, a cura del Dirigente del Liceo, l’artista Ennio Rutiliano, gioiosamente intitolata All Together, come la nota canzone dei Beatles.

Infine, per la prima volta, anche l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino è coinvolta nella Mostra della Ceramica di Castellamonte grazie all’impegno del professore di Scultura Raffaele Mondazzi, che il giorno dell’inaugurazione, sabato 6 giugno, nel piazzale antistante Palazzo Botton, alle ore 11 “metterà in scena” con alcuni studenti un laboratorio di ceramica Raku. Sempre il professor Mondazzi con i suoi migliori allievi sabato 27 giugno realizzerà un Workshop di scultura, utilizzando la terra di Castellamonte, sulla terrazza antistante Palazzo Botton, dalle ore 11 alle 18.

Inaugurazione
Sabato 6 giugno 2015, ore 11; al pomeriggio dalle ore 15 in poi inaugurano tutte le altre mostre collaterali allestite a Casa Gallo, Casa Museo “Famiglia Allaira”, Centro Ceramico Fornace Pagliero, La Castellamonte.

Main sponsor
Società Reale Mutua di Assicurazioni

Giorni di apertura: dal 6 giugno al 19 luglio; dal 14 agosto al 6 settembre 2015;
orari di visita: sabato e domenica 10-13; 14.30-19 o su appuntamento telefonando al numero 0124.5187216, 335.1404689; o scrivendo una e-mail a
cultura.castellamonte@reteunitaria.piemonte.it
Ingresso gratuito

Punto informativo
Centro Congressi ” P. Martinetti”, via Educ, Castellamonte (Torino)

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy