Castellamonte: Interclub Rotary e Lions a favore dei bambini e ragazzi affetti da autismo

Castellamonte

/

09/02/2016

CONDIVIDI

L'iniziativa di solidarietà ha l'obiettivo di sostenre l'importante attività dell'associazione "Una Casa per gli Amici di Francesco"

La lotta all’autismo ha coinvolto anche il Rotary  Club Cuorgnè e Canavese e Lions Club Alto Canavese: nella serata di martedì 9 febbraio, nell’elegante cornice del ristorante Tre Re di Castellamonte, ha avuto luogo un Interclub dedicato l’associazione “Una Casa per gli Amici di Francesco”. L’iniziativa di solidarietà alla quale hanno partecipato molti soci dei due sodalizi internazionali, si è prefisso lo scopo di aiutare l’Onlus, nata nel 2005 a Cuorgnè per iniziativa di alcuni genitori di bambini autistici e di tanti sostenitori e benefattori e che porta il nome di Francesco, ragazzo autistico di Cuorgnè che oggi ha 31 anni. “La mission che anima l’associazione è proprio quella di assicurare adeguato supporto e sostegno ai ragazzi affetti dalla patologia dell’autismo e alle loro famiglie – ha spiegato in apertura di serata la presidente Fiorenza Cossalter Faletti -. L’obiettivo è quello di riuscire a far raggiungere a ciascun ragazzo il massimo delle autonomie e a far emergere le proprie potenzialità”.

L’idea di portare sul territorio questa importante esperienza, ha ancora sottolineato la presidente, e di dare risposta alle famiglie con ragazzi autistici è nata dalla collaborazione con Lino Giacoma Rosa (uno dei fondatori della Onlus), delegato dell’associazione internazionale “Regina Elena”, la dottoressa Carla Crotta e Marina Caldognetto. Affermazioni calorosamente supportate da Cristina Pedron presidente del Lions Club Alto Canavese e da Valentina Bausano che presiede il Rotary Club Cuorgnè e Canavese. L’autismo è un dato di fatto, una drammatica realtà con la quale un numero sempre maggiore di famiglie deve fare i conti. I ragazzi autistici necessitano di un supporto costante e, anche se vivono nel loro mondo, non si lasciano sfuggire nulla di ciò che accade intorno a loro.

Anche Hollywood ha mostrato di recente un marcato interesse nei confronti di questa difficile patologia e sono sempre più numerose le pellicole dedicate al delicato tema dell’autismo. Ormai è noto che l’autismo è un disturbo neuro-psichiatrico che interessa la funzione cerebrale. La cause che provocano l’insorgenza della malattia è ancora sconosciuta. Certo è che i bambini che ne sono affetti non riescono a  sviluppare la tendenza a instaurare un’integrazione socio-relazionale e della comunicazione e un parallelo ritiro interiore.

Per molto tempo i pregiudizi hanno fatto credere che chi soffre di autismo viva, in misura decisamente minori di altri, le emozioni che provocano. Le ricerche hanno dimostrato il contrario. Le cure sono decisamente costose e mancano i luoghi dove bambini e ragazzi autistici possano incontrarsi e imparare a convivere con il mondo esterno.

Leggi anche

Ivrea

/

14/08/2018

Sanità in Canavese: l’Asl T04 assume 101 operatori sanitari per fronteggiare la carenza di personale

Oggi, martedì 14 agosto, la Direzione Generale dell’Asl T04 ha disposto l’assunzione di 101 operatori sanitari: […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

14/08/2018

Rivarolo-Favria: violento scontro tra auto al passaggio a livello. Una vettura finisce sui binari

E’ stato per un puro caso se il bilancio di un incidente stradale non si è […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy