Castellamonte, in carcere un pusher di 19 anni. In casa custodiva chili di stupefacenti

Castellamonte

/

19/09/2015

CONDIVIDI

Nonostante la giovane età il ragazzo aveva allestito una efficiente rete di spaccio a Castellamonte, Rivarolo Canavese e Cuorgnè. Lunedì l'udienza di convalida dell'arresto

Diciannove anni. Poco più di adolescente. Eppure aveva le idee chiare. Tanto chiare sul come fare soldi facili, da trasformare il giardino della sua abitazione in una piantagione di marijuana. Un pusher anche così avveduto tanto da installare, per evitare intrusioni indesiderate, soprattutto da parte delle forze dell’ordine, una telecamera a raggi infrarossi per sorvegliare quel prezioso cortile. Nonostante tutte le precauzioni adottate, il giovane di Castellamonte non è riuscito ad evitare il blitz compiuto ieri mattina dai carabinieri nello stabile situato in via Massimo D’Azeglio in pieno centro storico.

Il giovane non poteva saperlo ma gli uomini dell’Arma da tempo tenevano d’occhio quell’edifico che in teoria doveva essere disabitato, oggetto di un sospetto andirivieni di ragazzi molti dei quali minorenni. Nel corso dell’irruzione i carabinieri hanno sequestrato 23 piante di marijuana, sette chili e mezzo di droga già essiccata, addirittura finti panetti di hashish e una speciale maschera antigas che il giovane trafficante usava per lavorare gli stupefacenti.

Il giovane, nel corso dell’interrogatorio, ha spiegato agli inquirenti di aver costruito una efficiente rete di spaccio non solo a Castellamonte ma anche a Rivarolo Canavese e Cuorgnè. Lo spacciatore è finito in manette e tradotto al carcere di Ivrea, in attesa che lunedì abbia luogo l’udienza per la convalida dell’arresto. Gli stupefacenti e la piantagione sono state sequestrati e presto saranno distrutti.

L’operazione eseguita dall’Arma fa seguito a quella che ha avuto luogo a Rivarolo Canavese la settimana scorsa nel corso della quale sono stati scoperti ben 60 chilogrammi di marijuana in capannone abbandonato nel quartiere Bicocca.

Dov'è successo?

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy