Castellamonte, il giudice convalida l’arresto del giovane finito in manette per droga

Castellamonte

/

22/09/2015

CONDIVIDI

Dopo la scarcerazione dovrà recarsi in caserma a firmare in attesa della prima udienza

Il giudice del tribunale di Ivrea ha convalidato l’arresto di Francesco Riola, il diciannovenne residente a Castellamonte, originario di San Giusto Canavese, arrestato dai carabinieri la scorsa settimana per aver trasformato la sua abitazione in una piantagione di marijuana e per essere a capo di una rete di spaccio di droga a Cuorgnè, Castellamonte e Rivarolo Canavese.

Il giovane è stato scarcerato ma dovrà recarsi tutti i giorni nella caserma dei carabinieri a firmare il foglio di presenza fino a quando non si terrà la prima udienza del processo a suo carico. Francesco Riola aveva trasformato l’edificio nel quale viveva in un vero e proprio fortino dotato di telecamere e di una artigianale sala di controllo per evitare visite indesiderate soprattutto da parte delle forze dell’ordine. Ai carabinieri, dopo l’arresto aveva dichiarato: “Sono disoccupato e devo aiutare la mia famiglia”.

Dov'è successo?

Leggi anche

27/01/2020

Assolto 47enne denunciato per evasione. Quando i carabinieri lo hanno cercato a casa dormiva

L’uomo si trovava agli arresti domiciliari per scontare una pena di sei mesi per ricettazione. Alle […]

leggi tutto...

27/01/2020

Agliè: Jlenia e Cristian sono i nuovi Conti di San Martino. Il Carnevale entra, adesso, nel vivo

Sono Jlenia Garofalo, 40 anni libera professionista e Cristian Trabucco di 30, imprenditore agricolo e autotrasportatore, […]

leggi tutto...

27/01/2020

Ozegna: violento scontro tra auto sulla “provinciale” 222. Feriti i conducenti delle vetture coinvolte

Due feriti e due auto semidistrutte: è il bilancio di un drammatico incidente stradale che ha […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy