Castellamonte, è ancora allarme ambientale per la discarica di Vespia

Castellamonte

/

03/08/2015

CONDIVIDI

Dopo la recente fuoriscita di percolato che si è riversato nel torrente Malesina, il Comitato "La Voce dei Monti Pelati" tiene alta l'attenzione

Il supposto ampliamento della discarica di Vespia, protagonista già nel recente passato per le accese polemiche legate all’impatto ambientale, continua a far discutere. Questa volta è il Comitato “la Voce dei Monti Pelati” (costituito da un gruppo di cittadini) a riaprire la polemica.

Il tema è ancora quello dei passati episodi di inquinamento causati dallo stato di abbandono correlati al fallimento dell’ex Asa di Castellamonte che ne curava la gestione. Episodi che potrebbero tornare a ripetersi con grave danno per l’ecosistema e per la salute pubblica. Ma quel che più preoccupa il comitato spontaneo è che la concessione di ampliamento, a suo tempo richiesta dall’Amministrazione castellamontese, è stata soltanto sospesa e non revocata “come il buonsenso suggerirebbe.

Alla delusione si aggiungono lo sgomento e la rabbia. Ma come? Dopo aver ottenuto ampie rassicurazioni in merito alla corretta manutenzione dell’impianto di smaltimento, dopo aver preso parte alla Conferenza dei Servizi, nel corso della quale, giova ricordarlo, la concessione di ampliamento fu vincolata alla completa bonifica del sito, oggi si scopre che tutti i presupposti sono venuti meno e la concessione è stata soltanto sospesa.

E l’allarme rimane un fatto concreto, così reale che l’Amministrazione comunale lo ha condiviso insieme alla Città Metropolitana soprattutto da quando, qualche giorno fa, il percolato (ovvero il liquido prodotto dalla decomposizione dei rifiuti) si è riversato al di fuori della vasca ed è finito nel torrente Malesina.

Una cosa è certa, al di là delle recriminazioni, il Comitato è pronto a continuare la propria battaglia in difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Dov'è successo?

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy