Castellamonte: dopo roventi polemiche, la scuola elementare avrà, finalmente, l’ascensore

Castellamonte

/

07/05/2016

CONDIVIDI

E' tempo di sopralluoghi, ma mancano i fondi. E adesso l'amministrazione dovrà trovare i soldi per la realizzazione dell'impianto

Dopo tante polemiche sollevate anche dai genitori, la scuola elementare di Castellamonte sarà dotata di un ascensore, utile soprattutto, per superare le barriere architettoniche. Lo ha ufficialmente annunciato nel corso dell’ultimo consiglio comunale il vicesindaco Giovanni Maddio. Una decisione assunta dopo una rovente riunione effettuata con i genitori dei bambini che frequentano il plesso scolastico. Bene. L’ascensore si farà. Rimane un dettaglio che tanto piccolo non è: l’amministrazione comunale non ha idea di dove reperire i fondi per finanziare i lavori. Ma i sopralluoghi si stanno facendo. Anzi, uno è previsto per il prossimo 16 maggio. Quello di agevolare gli alunni che soffrono di problemi motori è stata riconosciuta dal Comune come una (giusta) priorità.

Non ci sono i soldi? Il consigliere comunale d’opposizione Pasquale Mazza non ha dubbi: i fondi ci sarebbero se, a suo personale giudizio, l’amministrazione non avesse speso i soldi pubblici dove non sussistevano urgenze.  In questo modo i soldi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole non ci sono mai stati, nonostante la minoranza abbia avanzato proposte che la maggioranza di governo ha sempre, puntualmente respinto. Il consigliere Mazza elenca qualche esempio concreto: un bagno che avrebbe potuto essere riparato con un impegno di spesa pari a 100 euro e che è ancora da aggiustare e una recinzione, come quella che occorrerebbe alla scuola materna Giraudo, che da anni attende di essere realizzata.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/10/2019

Tragico incidente stradale sull’ex statale 460 tra Leinì e Lombardore: due morti e quattro feriti

Due morti e quattro feriti: è il tragico bilancio di un terribile incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

19/10/2019

Ivrea, detenuto 35enne tenta di impiccarsi in cella. Salvato in extremis dalla polizia penitenziaria

Un detenuto italiano di origini sudafricane, 35enne, in carcere per omicidio, condannato all’ergastolo (ergastolo), mentre si […]

leggi tutto...

19/10/2019

Il presidente della Regione Alberto Cirio visita le eccellenze imprenditoriali del territorio canavesano

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio si è recato nella mattinata di giovedì 17 ottobre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy