Castellamonte: i consiglieri Ertola e Villirillo lasciano il sindaco Mazza. La maggioranza si sfalda

Castellamonte

/

19/11/2018

CONDIVIDI

I due ex esponenti della lista che appoggia il primo cittadino giudicano fallito il progetto iniziale che aveva animato "Diversamente Castellamonte". "Non ci interessa alzare pedestremente la manina in Consiglio" affermano i due dissidenti

Escono dalla coalizione di maggioranza che sostiene il sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza ma conservano la carica di consigliere comunale: Andrea Ertola e Marialuisa Villirillo hanno sciolto ogni riserva e hanno assunto la loro decisione di passare on minoranza. Il motivo? Stando a quanto i consiglieri precisano in una nota stampa, la decisione è motivata dal fatto che considerano fallito il progetto nato con la costituzione del gruppo civico “Diversamente Castellamonte”.

La maggioranza si sfalda a 18 mesi di distanza dal suo insediamento a Palazzo Civico e qualche segnale era già stato lanciato qualche mese fa. Non sono teneri Andrea Ertola e Marialuisa Villirillo nei confronti dei colleghi e del primo cittadino:

“Dopo una seria e non facile riflessione, dopo ripetuti tentativi di stimolo a far partire un’azione di governo incisiva e ad uscire dal torpore siamo oggi a comunicare tale decisione in quanto abbiamo preso definitivamente atto della mancanza di condizioni per svolgere in maniera seria, propositiva e costruttiva i ruoli affidateci – dichiarano i consiglieri dissidenti -. A distanza di oltre un anno e mezzo dall’avvio della nuova amministrazione ci siamo trovati isolati, in difficoltà nello svolgimento delle nostre funzioni, per nulla supportati da molte scelte che riteniamo errate, privi dell’unica figura di esperienza che, ahinoi, si è dimessa poco dopo l’inizio del mandato.

Sentiremo dire che abbiamo partecipato poco, che poco ci siamo interessati o che abbiamo sollevato obiezioni. Ebbene abbiamo partecipato, ci siamo interessati, siamo intervenuti, abbiamo proposto e non siamo stati considerati; poi abbiamo iniziato a partecipare meno e non siamo stati chiamati, ma solo pretestuosamente criticati”.

E non è tutto: ai due consiglieri non interessa “alzare pedestremente la manina” ma rimarcano che preferiscono essere liberi di dire ciò che pensano. Il gesto compiuto dai due consiglieri comunali è destinato a creare non poche difficoltà al sindaco Pasquale Mazza perchè la fuoriuscita di Ertola e Villirillo potrebbe creare qualche serio imbarazzo dal unto di vista dei numeri.

“Avremmo dovuto distinguerci da chi ha gestito nei cinque anni precedenti e invece, dopo tanto aver criticato in campagna elettorale, abbiamo proseguito un cammino mortificante – concludono i consiglieri -. Continueremo a svolgere il nostro ruolo di Consiglieri comunali, cercando di onorare gli Elettori che ci hanno dato fiducia, proponendo e obiettando”.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/06/2020

Ceresole: il paese accoglie gratuitamente 150 infermieri e medici che hanno combattuto il Covid

Ceresole Reale è un piccolo comune. Un centro abitato in Valle Orco di 167 abitanti che […]

leggi tutto...

05/06/2020

Piemonte: scattano le denunce per la “bufala” sulle mascherine tossiche distribuite dalla Regione

“La Regione Piemonte sta procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa […]

leggi tutto...

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy