Castellamonte, i camion della Teknoservice seminano i rifiuti per strada. Stop del Comune

Castellamonte

/

09/03/2017

CONDIVIDI

Il sindaco Mascheroni ha firmato un'ordinanza: o l'azienda ripulirà le strade dei rifiuti persi o l'amministrazione procederà al recupero delle somme già pagate

Non è la prima volta che i mezzi della Teknoservice adibiti alla raccolta dei rifiuti perdono parte del carico per strada: plastica e carta che non solo sono poco piacevoli a vedersi ma che puntualmente finiscono tra le ruote delle automobili. Adesso il Comune di Castellamonte, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni di cittadini, ha deciso di correre a ripari: il sindaco Paolo Mascherano ha firmato un’ordinanza che in sostanza obbliga l’azienda che si occupa della raccolta e gestione dei rifiuti nei comuni che facevano parte dell’ex consorzio Asa, a fermarsi e a raccogliere l’immondizia persa per strada.

L’ordinanza sindacale è stata emessa dopo la conclamata constatazione da parte degli agenti della locale polizia municipale.
Il vicesindaco Giovanni Maddio esprime un drastico commento: gli operatori ecologici devono prestare una maggiore attenzione nell’effettuare il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti e dato che i cittadini pagano le bollette ilo servizio non deve essere approssimativo ma svolto a regola d’arte.

La Teknoservice ha sette giorni di tempo per recuperare i rifiuti seminati per le strade cittadine. Se nel prossimo futuro così non sarà l’amministrazione comunale procederà all’esecuzione d’ufficio – come si legge nell’ordinanza – ai danni dei soggetti obbligati e al recupero della somme anticipate dal Comune oltre alla denuncia alla competente autorità giudiziaria.

Quello di Castellamonte non l’unico comune a patire il disservizio: è successo anche a Cuorgnè dove il sindaco Beppe Pezzetto, alcuni mesi or sono, fu costretto a inseguire uno degli automezzi della Teknoservice che seminava per strada i rifiuti appena raccolti.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy