Caselle, un grande centro ludico-commerciale affiancherà l’aeroporto “Sandro Pertini”

Caselle

/

31/03/2017

CONDIVIDI

Firmata la convenzione tra la società costruttrice e il Comune di Caselle. I lavori partiranno nella primavera del 2018. 120mila i metri quadrati di superficie occupati

Del grande centro multifunzione che doveva essere realizzato nelle aree Ata di Caselle, nei pressi dell’aeroporto “Sandro Pertini” si parla da oltre vent’anni: venticinque per la precisione e adesso pare che il centro di intrattenimento e commerciale diverrà presto una realtà concreta. Nella giornata di mercoledì 29 marzo è stata firmata, dopo innumerevoli ricorsi, la convenzione urbanistica tra il Comune di Caselle e la società Aedes SIIQ. L’accelerazione si è verificata lo scorso 21 marzo: il sindaco uscente Luca Baracco ha portato in approvazione il progetto definito e ha firmato la convenzione.

Nulla osta, adesso, dopo venticinque anni costellati di intoppi, proteste, ricorsi al Tar, per la realizzazione del mega-centro polifunzionale che costeggerà lo scalo aeroportuale e che sorgerà di una grande area di 300 mila metri quadri. I lavori partiranno nella primavera  a partire del 2018. La struttura occuperà 120mila metri quadrati coperti. Il progetto ricalca quelli inerenti le strutture internazionali più innovativi già operativi all’estero. Giuseppe Roveda, amministratore delegato della società Aedes Srl non fa mistero della sua soddisfazione e annuncia che il progetto redatto sarà unico in Italia per tipologia di servizi offerti e che accrescerà non poco il valore del portafoglio a reddito della società.

A scanso di equivoci tutti gli attori dell’iniziativa precisano che il mega centro dedicato all’intrattenimento e alle attività commerciali non ha nulla a che vedere con l’Outlet del lusso del Gruppo Percassi che la scorsa settimana ha aperto i battenti a Settimo Torinese, non molto distante da Caselle. A non essere ottimisti sono i commercianti di Caselle e del Basso Canavese che vedono ridursi sempre più i margini operativi in un comparto, come quello commerciale, soffocato dalla crisi economica e strangolato dalla grande distribuzione.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy