Caselle-Torino: rubavano auto di lusso che spedivano all’estero. La polizia stradale arresta 49 persone

Caselle

/

15/09/2016

CONDIVIDI

Dell'organizzazione criminale facevano parte italiani, maghrebini, italiani e nigeriani. Le vetture di lusso venivano rubate allo Juventus Stadium torinese e all'aeroporto di Caselle e Milano Malpensa

Le indagini sono durate oltre un anno e mezzo ma alla fine la vasta operazione alla quale hanno preso parte le forze dell’ordine italiane, spagnole e belghe, con il supporto dell’Europol e dell’Eurojust, è giunta al termine. La polizia di Stato italiana ha arrestato alcune persone ritenute responsabili di aver rubato vetture di alta gamma come Mercedes, Bmw e Land Rover, agli aeroporti di Caselle e Milano Malpensa. L’organizzazione criminale, perfettamente oliata, era specializzata nel trafugare le auto di lusso in particolar modo nei pressi dello Juventus Stadium di Torino in occasione degli incontri di calcio del campionato e della Champions League.
I mezzi rubati venivano in seguito trasportati illegalmente via terra verso altri Paesi europei e in Marocco o, all’interno di containers, in Nigeria. Le squadre della polizia giudiziaria e del Compartimento della Polizia Stradale “Piemonte e Valle d’Aosta” di Torino e della Sottosezione Polizia Stradale di Susa. Le indagini sono state coordinate dalla procura dell Repubblica di Torino. Le forze dell’ordine, nel corso dell’operazione che ha smantellato l’organizzazione, hanno individuato una stamperia clandestina all’interno della quale sono state sequestrate centinaia di banconote false, targhe falsificate e documenti contraffatti e documentazione in bianco.
Il gruppo criminale era costituito da maghrebini, italiani e nigeriani che potevano contare su basi logistiche a Torino, Bruxelles e Vigo in Spagna. La banda poteva anche contare sulla collaborazione di numerosi “ricettatori” che disponevano di box auto dislocati nell’hinterland Torinese dove i mezzi rubati venivano nascosti prima di essere trasferiti all’estero. Tra l’altro, dell’organizzazione, facevano parte anche diversi autisti-corrieri, che si occupavano del trasferimento e dello spostamento delle auto.
Gli agenti della Polizia Stradale di Torino hanno arrestato 27 persone. Alcune delle misure cautelari sono state eseguite in Belgio e Spagna su mandato di arresto europeo emesso dal Gip del Tribunale di Torino. Nell’ambito dell’operazione di polizia sono state sequestrate 40 autovetture per un valore commerciale di circa 3 milioni di euro. Oltre a coloro che sono stati colpiti dalle misure cautelari gli agenti hanno arrestato altre 22 persone.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/06/2020

Coronavirus: durante l’emergenza pestilenziale boom delle truffe ai danni di indifesi anziani

Nelle ultime settimane, con l’inizio della Fase 2 legata all’emergenza sanitaria Covid-19, è ripreso il fenomeno […]

leggi tutto...

03/06/2020

Coronavirus in Piemonte: drastico calo dei nuovi contagi. Leggero aumento dei decessi in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 3 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

03/06/2020

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy