Caselle-Torino: aveva in auto 160 chili di hashish del valore di 800 mila euro. Operaio in manette

Caselle

/

02/08/2017

CONDIVIDI

La droga era suddivisa in 72 panetti. I carabinieri indagano sulla provenienza di un carico così ingente

Nel baule della macchina custodiva un “tesoro” di tutto rispetto dal valore di oltre 800mila euro: ben 160 chilogrammi di hashish. Un operaio di 37 anni, Giuliano L.P. domiciliato a Caselle Torinese.

L’uomo stato sorpreso in flagranza di reato in via Lanzo a Torino, dai carabinieri della Compagnia di Venaria mentre stava scaricando dal baule dell’automezzo la droga, suddivisa in 72 confezioni.

Non ha fornito spiegazioni sulla provenienza di quel carico così prezioso quanto pericoloso.

Dopo aver eseguito l’arresto i carabinieri hanno provveduto a sequestrate i panetti di stupefacente e indagano per risalire alla provenienza del carico, uno dei più ingenti rinvenuti negli ultimi anni.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/08/2019

Vestignè: esce dal cortile va in strada e viene travolto da un’auto. Bimbo di 5 anni grave in ospedale

Travolto da una Fiat Punto mentre si trovava sulla strada: un bambino di cinque anni di […]

leggi tutto...

17/08/2019

La vergogna del “Ponte Preti”: dopo tante promesse di interventi tutto è come prima

E’ trascorso un anno da quando il senatore castellamontese Eugenio Bozzello indisse una raccolta di firme […]

leggi tutto...

17/08/2019

Scatta l’allarme al canile di Caluso per sedici cani ammalati di leptospirosi. Due sono deceduti

Tra i 32 cani provenienti da un’azienda agricola della Val di Chy, alcuni erano affetti da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy