Caselle, smontava auto rubate e rivendeva parti di ricambio. Arrestato

Caselle

/

31/07/2015

CONDIVIDI

L'uomo, un 59enne italiano, aveva attrezzato un casolare ad attrezzato laboratorio. I carabinieri indagano per scovare ladri e ricettatori

Un’officina clandestina ricavata in un edificio che sorge in campagna, nei pressi della bretella autostradale che collega Torino a Caselle. Qui un italiano di 50 anni, Ignazio S. smontava le auto rubate per rivendere i pezzi di ricambio al mercato nero.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione della Falchera, alle porte di Torino e del Canavese. Nell’appezzamento di terreno aveva realizzato un attrezzatissimo laboratorio per lo smontaggio delle automobili (alcune di lusso).

Nel corso di un’accurata perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato centinaia di pezzi appartenenti ad autovetture di marchio Fiat. Alda Romeo, Audi, Bmw, Lancia, Ford e Mercedes. Sequestrata anche tutta l’attrezzatura.

I militari stanno indagando per ricotruire tutta la seie di contatti per scoprire l’identità dei ladri e dei ricettatori. L’omo è stato processato ed è stato condannato dal tribunale di Torino all’obbligo di firma.

Dov'è successo?

Leggi anche

29/05/2020

Ivrea, grazie ad Eporadio in diretta l’aperitivo benefico esclusivo con la Mugnaia e il Generale

Un aperitivo esclusivo con Mugnaia, Generale e Sostituto: la maratona a Ivrea non si ferma, gli […]

leggi tutto...

29/05/2020

Il Governo stanzia 900 milioni per i Comuni. L’Uncem: “Finalmente un’azione positiva”

Il ministero dell’Interno ha disposto nelle scorse ore il pagamento a favore dei Comuni, Province e […]

leggi tutto...

29/05/2020

Coronavirus in Piemonte: 13 i decessi (2 nella giornata di oggi). 56 i nuovi casi. Crescono i guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che nella giornata di oggi, venerdì 29 maggio, i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy