Caselle: paura per un ordigno bellico affiorato durante gli scavi effettuati vicino all’aeroporto

Caselle

/

15/01/2019

CONDIVIDI

La Polstrada ha provveduto, per prudenza, alla temporanea chiusura al traffico sul raccordo

E’ affiorata mentre fervevano i lavori di scavo a sud dell’eroporto “Sandro Pertini” di Caselle in tutta la sua pericolosità l’ordigno bellico che ha causato la chiusura temporanea del raccordo autostradale RA10 Torino-Caselle. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di martedì 15 gennaio, intorno alle 18,00. Sono stati gli operai intenti al lavoro a notare il cilindro che emergeva dalla terra e a dare l’allarme.

I lavori sono stati immediatamente sospesi mentre sul posto sono intervenuti oltre alle forze dell’ordine, il personale della Sagat la società che gestisce l’aeroporto e i vigili del fuoco, gli artificieri che hanno provveduto a disinnescare l’ordigno bellico. Gli agenti della polizia stradale hanno provveduto, in via del tutto prudenziale, alla temporanea chiusura al traffico del raccordo, riaperto dopo la rimozione della bomba. (nell’immagine).

Nessun problema invece per lo scalo aeroportuale e per il traffico aereo. La bomba è stata trasportata in un luogo sicuro dove è stata fatta esplodere.

Leggi anche

27/05/2020

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti. Da venerdì […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale. “Giusta e […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: oggi nessun morto di Covid in Piemonte. Stabili i contagi. Si svuotano gli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 27 maggio i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy