Caselle: le tegole volano per il passaggio degli aerei, ma i risarcimenti per i danneggiati si allontanano

Caselle

/

03/08/2018

CONDIVIDI

Brutte notizie per chi da anni attende di veder ripagati i danni subiti dal passaggio degli aerei: la firma del protocollo è nuovamente slittata. Il sindaco Baracco: "In autunno risolveremo la questione"

Ancora una storia tutta italiana che ha come protagonista Caselle: all decollo degli aerei dall’aeroporto Internazionale “Sandro Pertini” le tegole delle case continuano a volare, risucchiate dal vortile creato dal decollo, ma i risarcimenti per i danneggiati faticano ad atterrare. Gioco di parole a parte, la firma del protocollo che doveva sancire l’erogazione delle compensazioni a coloro che sono danneggiati dal passaggio degli aerei, è nuovamente slittata. A darne notizia è stato il Consiglio Comunale il sindaco di Caselle Luca Baracco. Eppure il fenomeno non conosce soste: soltanto qualche giorno addietro è stato danneggiato il tetto di un edificio che sorge nel centro storico cittadino.

A sollevare la questione in nel corso del Consiglio comunale del 30 luglio scorso, è stato il consigliere di opposizione Andrea Fontana e alle precise domande che gli sono state poste il primo cittadino ha risposto che “l’impasse” è determinato dalla mancata approvazione del protocollo d’intesa da parte della società “Leonardo” (ex Alenia). E non è tutto: anche la Regione Piemonte si mostrata finora latitante anche se è stato assicurato che sarà l’ultima a firmare il documento.

In ogni caso il sindaco Luca Baracco ha ribadito che in autunno l’amministrazione richiederà un ulteriore incontro con i soggetti interessati e se la “Leonardo” si ostinerà a non firmare, il protocollo sarà sottoscritto da tre soggetti piuttosto che quattro. Al momento la cifra accantonata per i risarcimenti ammonta a 70 mila euro. La Sagat, la società gestisce l’aeroporto ha annunciato che contribuirà al fondo destinato ai risarcimenti dei privati con una donazione di 20mila euro: tanti quanti ne verseranno il Comune di Caselle e la Regione Piemonte. “Leonardo” dovrebbe versare 10mila euro, ma la mancata firma del protocollo rimette tutto in discussione.

Una “querelle” che ha luogo da così tanto tempo per una cifra che non basterà a coprire neanche un decimo dei danno causati dal continuo atterraggio e decollo degli aerei.

Dov'è successo?

Leggi anche

Canavese

/

19/08/2018

Sanità: un medico su tre del 118 è precario. Un Comitato chiede contratti di lavoro regolari

Un medico sue tre in servizio al 118 è precario: lo denuncia il Campest 118 Piemonte, […]

leggi tutto...

Favria

/

19/08/2018

Italiani, popolo di… (dal Blog di Giorgio Cortese)

“Italiani, popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori…” […]

leggi tutto...

Settimo Torinese

/

19/08/2018

Settimo Torinese: litiga con il patrigno e lo uccide a colpi di pistola. Fermato un giovane di 26 anni

Ha ucciso il patrigno dopo una banale discussione: la vittima è Domenico Gatti, 59 anni, ex […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy