Caselle: il 19 febbraio, serata sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio

Caselle

/

05/02/2016

CONDIVIDI

Appuntamento alla sala "Fratelli Cervi" per la serata promossa da Libera Piemonte, Sarà presente anche l'ex magistrato Giancarlo Caselli

Ormai è un fatto più assodato: la mafia e la criminalità organizzata sono realtà radicate anche al Nord. Lo dimostrano in concreto non soltanto il moltiplicarsi delle denunce delle vittime di attentati intimidativi e di estorsioni, ma anche le tante sentenze giudiziarie che, negli ultimi anni, hanno condannato boss e gregari mafiosi. Le operazioni “Minotauro” e “Colpo di Coda” sono un lampante esempio di come la criminalità organizzata sia capace di infiltrarsi nel tessuto sociale, politico e imprenditoriale. Le recenti condanne del processo ”Minotauro” hanno dimostrato il coinvolgimento anche di amministratori del Canavese.

Venerdì 19 febbraio, alle ore 20,45, presso la Sala “Fratelli Cervi” in via Mazzini 60 a Caselle Torinese, Libera Piemonte-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, L’Anpi (l’associazione Nazionale Partigiani d’Italia e l’associazione culturale  “Parole e Musica Onlus” organizzano un incontro pubblico su un tema di scottante attualità come quello della presenza della criminalità sul nostro territorio. All’iniziativa parteciperanno Maria Josè Fava, referente regionale di Libera Piemonte, Maria Grazia Sestero, vice presidente onorario dell’Anpi e Irene Bozzola dell’Osservatorio Appalti di Libera Piemonte. Alla serata sarà presente anche l’ex procuratore capo della Procura della Repubblica di Torino Giancarlo Caselli, autore del libro dal titolo “Nient’altro che la verità” edito dalla casa editrice “Piemme” di Casale Monferrato (Al).

Dov'è successo?

Leggi anche

27/02/2020

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i viaggiatori piemontesi

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i pendolari piemontesi. Prende il via […]

leggi tutto...

27/02/2020

Emergenza sanitaria: nelle tende pre-triage si gela. Il NurSind: “Gl’infermieri rischiano la polmonite”

La polmonite? Gl’infermieri impegnati nei servizi di pre-triage per la gestione dell’emergenza sanitaria rischiano di contrarla […]

leggi tutto...

27/02/2020

L’Unione dei comuni montani sul coronavirus: “Basta con le restrizioni, torniamo alla normalità”

“Uncem, con i sindaci dei Comuni montani, ringrazia quanto fatto nell’ultima settimana dalla Protezione Civile, dalle […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy