Caselle: era disoccupato, ma i carabinieri gli sequestrano beni per mezzo milione di euro

Caselle

/

06/05/2016

CONDIVIDI

Un caravan, un'auto, tre terreni e un appartamento appartenenti a un uomo di origine sinti, sono stati sequestrati

Ufficialmente era disoccupato e nullatenente. Ufficiosamente era proprietario di una caravan del valore di 100mila euro, di due appezzamenti di terreno (uno a Chivasso e due a Leinì), di una Fiat Cinquecento e di un appartamento a Caselle. Valore complessivo? Cinquecentomila ero euro, centesimo in più centesimo in meno.

Biagio D. 42 anni, di origine Sinti, finché ha potuto l’ha fatta franca ma quanto gl’investigatori si sono resi conto dell’evidente sproporzione tra il reddito dichiarato e il patrimonio di cui disponeva, i carabinieri della stazione Oltredora di Torino gli hanno notificato un decreto di sequestro anticipato dei beni emesso dal Tribunale di Torino.

Il decreto, a giudizio dei magistrati, è stato anche giustificato dalla pericolosità sociale e dal sospetto che l’uomo abbia acquistato terreni, autovettura, caravan e l’appartamento con il provento di attività criminali. Le indagini dell’Arma, coordinati dalla procura di Torino proseguono.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy