Caselle: credeva fosse una bevanda e invece era acido muriatico. Uomo di 53 anni grave alle Molinette

Caselle

/

13/06/2019

CONDIVIDI

Il 53enne si è sentito nale dopo aver bevuto il primo sorso. Adesso si trova in prognosi riservata nel reparto di rianimazione

Credeva si trattasse, con ogni probabilità di una bevanda e l’ha trangugiata senza lontamente immaginare che si trattava, invece, del devastante acido muriatico. E’ accaduto nel pomeriggio di oggi, giovedì 13 giugno, in un appartamento di un condominio in via Pirandello a Caselle. A bere per sbaglio e per cause ancora in via di accertamento l’acido è stato un uomo di 53 anni che dopo la prima sorsata si è subito sentito male.

A dare l’allarme è stato un amico dell’uomo che si trovava poco lontano. Sul luogo è tempestivamente intervenuto il personale sanitario del 118 che ha dapprima stabilizzato le condizioni dell’uomo e ne ha successivamente disposto il trasferimento urgente all’ospedale Molinette di Torino. Le condizioni di salute dell’uomo sono gravi: dopo essere stato intubato il paziente è stato trasportato nel reparto di rianimazione.

I medici si sono riservati la prognosi e seguono con la dovuta attenzione l’evoluzione della situazione. Sulla vicenda si stanno conducendo tutti gli accertamenti necessari per ricostruire la dinamica del drammatico episodio.

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy