Caselle: credeva fosse una bevanda e invece era acido muriatico. Uomo di 53 anni grave alle Molinette

Caselle

/

13/06/2019

CONDIVIDI

Il 53enne si è sentito nale dopo aver bevuto il primo sorso. Adesso si trova in prognosi riservata nel reparto di rianimazione

Credeva si trattasse, con ogni probabilità di una bevanda e l’ha trangugiata senza lontamente immaginare che si trattava, invece, del devastante acido muriatico. E’ accaduto nel pomeriggio di oggi, giovedì 13 giugno, in un appartamento di un condominio in via Pirandello a Caselle. A bere per sbaglio e per cause ancora in via di accertamento l’acido è stato un uomo di 53 anni che dopo la prima sorsata si è subito sentito male.

A dare l’allarme è stato un amico dell’uomo che si trovava poco lontano. Sul luogo è tempestivamente intervenuto il personale sanitario del 118 che ha dapprima stabilizzato le condizioni dell’uomo e ne ha successivamente disposto il trasferimento urgente all’ospedale Molinette di Torino. Le condizioni di salute dell’uomo sono gravi: dopo essere stato intubato il paziente è stato trasportato nel reparto di rianimazione.

I medici si sono riservati la prognosi e seguono con la dovuta attenzione l’evoluzione della situazione. Sulla vicenda si stanno conducendo tutti gli accertamenti necessari per ricostruire la dinamica del drammatico episodio.

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy