Caselle, appiccato il fuoco al centro per scambisti “New Happy Days”. Fermati i presunti incendiari

Caselle

/

18/02/2017

CONDIVIDI

Il pronto intervento dei pompieri non ha evitato che le fiamme distruggessero il locale. Proseguono gli accertamenti dei carabinieri

Sono stati fermati dai carabinieri del nucleo radiomobile di Venaria Reale i due uomini che avrebbero dato alle fiamme il noto centro per scambisti “New Happy Days” a Caselle Torinese. Su segnalazione del custode della struttura che aveva visto due uomini allontanarsi poco dopo che erano divampate le fiamme, i carabinieri hanno in poco tempo rintracciato e fermato due persone che stavano fuggendo in direzione del centro abitato di Borgaro Torinese.

E’ accaduto nel primo pomeriggio di sabato 18 febbraio. Il pronto intervento dei vigili del fuoco provenienti dal Torino Stura e da buona parte dei distaccamenti del Canavese non è servito a molto: il rogo ha completamente devastato i locali della struttura, il più grande privè d’Italia, che sorgeva in via Venaria. Il febbrile lavoro dei pompieri ha evitato che l’incendio si estendesse a una fabbrica di cosmetici situato nei pressi del centro per scambisti andato a fuoco.

Non è la prima volta che il “New Happy Days” è oggetto di episodi similari. Il racconto del testimone si è rivelato determinante per la cattura dei due presunti risponsabili che i catrabinieri stanno interrogando. Gli accertamenti degli uomini dell’Arma e quelli dei tecnici dei vigili del fuoco sono in corso ma la matrice dolosa dell’incendio sembra essere indubbia.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/04/2020

Coronavirus, due vittime a Bosconero e due a San Maurizio. Sette i deceduti in un giorno in Canavese

Giornata nera per il Canavese che deve registrare 7 decessi a causa del Covid-19: due pazienti […]

leggi tutto...

06/04/2020

Coronavirus: il consigliere regionale Daniele Valle (Pd): “Pochi tamponi nelle case di riposo”

Il consigliere regionale del Partito Democratico Daniele Valle non ha dubbi per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus: […]

leggi tutto...

06/04/2020

Coronavirus, a Rivara la prima vittima da Covid-19. Il sindaco: “Ci stringiamo intorno alla famiglia”

Aveva 66 anni Salvatore Cordì ed era lo storico titolare del caffè che si trova nei […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy