Caselle: 120 pellegrini diretti a Lourdes bloccati in aeroporto per un guasto all’aereo charter

Caselle

/

12/09/2016

CONDIVIDI

Il veivolo deveva decollare da Verona ma un'avaria lo ha costretto a terra. I fedeli sono rimasti per ore nell'atrio partenze dello scalo torinese

Doveva partire da Verona e lì è rimasto mentre a Torino centinaia di fedeli diretti alla città mariana di Lourdes attendevano dapprima trepidanti e poi decisamente sfiduciati. Tutta colpa di un guasto che non ha consentito al volo charter della compagnia “Small Planet” di decollare dall’aeroporto di Verona diretto allo scalo “Sandro Pertini” di Caselle Torinese.

Per ore, la mattina di lunedì 12 settembre, 120 pellegrini sono rimasti bloccati nell’atrio partenze dell’aeroporto di Caselle, in attesa di un aereo che sarebbe giunto soltanto a metà pomeriggio. E pensare che la partenza era prevista per le 9.30 del mattino. Un volo di un paio d’ore per giungere ai piedi dei Pirenei, dove sorge il famosissimo santuario dove la Vergine apparve, nella seconda metà dell’Ottocento alla povera contadina Bernadette Subirous. Dei componenti della numerosa comitiva, molti erano provenienti da diversi comuni dell’Alto Canavese mentre gli altri erano giunti dal Cuneese e dalla vicina Liguria.

In attesa del volo gli organizzatori del pellegrinaggio mariano hanno offerto il pranzo dei ognuno dei 120 partecipanti in un ristorante di San Francesco al Campo. Non è la prima volta che un guasto al vettore ritarda la partenza di centinaia di fedeli diretti a Lourdes.

Dov'è successo?

Leggi anche

02/04/2020

I sindaci canavesani potranno accedere alla piattaforma per il monitoraggio del Covid-19

I sindaci del Canavese e le Forze dell’Ordine del territorio hanno un nuovo strumento tecnologico per […]

leggi tutto...

02/04/2020

Emergenza Coronavirus: oggi giornata nera in Piemonte. 94 i morti. Salgono a 217 i guariti

Sono saliti a 217 i pazienti guariti dal Covid-19. l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha […]

leggi tutto...

02/04/2020

Rivarolo: va in Posta con la tuta anti nucleare e la maschera antigas. Pesce d’aprile in ritardo?

L’utente si è diligentemente messo in coda, mantenendo la distanza prevista dal decreto sicurezza, indossando una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy