Caravino: i ladri gli portano via 17 arnie. Apicoltore offre una ricompensa per riaverle

Caravino

/

07/04/2016

CONDIVIDI

Non è il primo furto, ma questa volta l'azienda a conduzione familiare rischia essere messa in ginocchio

“Colpo grosso” a Caravino. Una banda di ignoti (per adesso) ha rubato 17 arnie ad un apicoltore. In totale un milione e 200mila api. Un furto che rischia di mettere in ginocchio la piccola impresa a conduzione familiare che vive sulla produzione di miele naturale. Mario Berti, l’agricoltore, ha sporto denuncia ai carabinieri. Non è la prima volta che gli sottraggono delle arnie, ma di solito i ladri si limitavano a portarne via un paio. Il valore del bottino non supera qualche migliaio di euro, ma è tutto ciò che rappresenta e il miele prodotto dalle operose api che dà da mangiare alla famiglia Berti.

Mario, 77 anni, è un apprezzatissimo apicoltore: tanto esperto nella materia da ricevere numerosi premi e da essere invitato a tenere corsi di perfezionamento in tutta Italia per le analisi settoriali dei mieli e sulla flora dalla quale le api traggono il polline migliore. Mario Berti ha intenzione di offrire una ricompensa pur di ritrovare le sue arnie. Alla sua età ricominciare, anche dal punto economico, non è per nulla facile.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/06/2020

Ceresole: il paese accoglie gratuitamente 150 infermieri e medici che hanno combattuto il Covid

Ceresole Reale è un piccolo comune. Un centro abitato in Valle Orco di 167 abitanti che […]

leggi tutto...

05/06/2020

Piemonte: scattano le denunce per la “bufala” sulle mascherine tossiche distribuite dalla Regione

“La Regione Piemonte sta procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa […]

leggi tutto...

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy