Candia: troppi batteri fecali nel lago. E il sindaco Salzone è costretto a vietare la balneazione

Candia

/

07/08/2017

CONDIVIDI

Sia nello speccio lacustre che mel rio che lo allimenta, sono state trovate forti concentrazioni di batteri eneterocchi

Troppi batteri nelle acque del lago di Candia e pertanto è stata vietata la balneazione nelle acque dello specchio lacustre canavesano. A firmare l’ordinanza è stato il sindaco Albertino Salzone sulla scorta dei risultati scaturiti dalle analisi batteriologiche e chimiche effettuate dagli esperti e dai ricercatori dell’Arpa regionale.

L’emissione dell’ordinanza mira a salvaguardare l’incolumità e la salute pubblica. I tecnici dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale hanno effettuato, nei giorni scorsi, tre prelievi d’acqua in tre diversi punto del lago e le analisi di laboratorio hanno evidenziato la presenza di batteri del ceppo enterococchi tre volte superiori alla soglia consentita dalla normativa sanitaria attualmente in vigore.

E non è tutto: nel corso d’acqua che alimenta il lago e dove sono stati effettuati altri campionamenti sono stati individuate alte concentrazioni di batteri fecali, enterocchi e di escheria coli. Da qui il necessario divieto di balneazione per evitare l’insorgenza tra i bagnanti di gravi infezioni intestinali. Intanto s’indaga per scorpire la causa che ha determinato una così alta concentrazione batterica nelle acque dello specchio lacustre.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy