Canavese, il vento di Foehn spazza via lo smog, ma alimenta gli incendi. Fiamme anche a Ribordone

Ribordone

/

23/10/2017

CONDIVIDI

Dopo l'incendio di ieri, un altro rogo nello stesso punto. Divorati diversi ettari di boscaglia. Vigili del fuoco e volontari Aib al lavoro da ore

La cappa di smog è soltanto uno dei problemi causati dalla siccità: da due giorno la Valle di Susa è in fiamme a causa di alcuni incendi alimentati dal vento Fohen alpino. Il sistema antincendi boschivi è operativo da giorni: a Bussoleno, Giaveno e Rubiana, sono state evacuate una cinquantina di persone perchè il fronte degli incendi ha quasi raggiunto il limitare di alcune case. Vigili del fuoco, volontari dell’Aib e forze dell’ordine sono impegnati nello spegnimento degli incendi.

Alle operazioni partecipano anche alcuni arerei Canadair e gli elicotteri. I roghi adesso interessano, per l’ennesima volta, il Canavese. Nella mattinata di oggi, lunedì 23 ottobre, le fiamme si sono sviluppate anche nell’Alta Valle Orco e più precisamente a Ribordone. L’incendio è alimentato, anche in questo caso, dal forte vento. Ancora ettari di boscaglia e pascolo che sono andati letteralmente in fumo e proprio nella zona in cui nel pomeriggio di ieri, domenica 22 ottobre, i vigili del fuoco e i volontari Aib avevano domato un altro incendio.

E’ dallo scorso 10 ottobre che la Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per gl’incendi boschivi. Tradotto in parole povere i cittadini devono prestare particolare attenzione alle regole per evitare di innescare, anche involontariamente, incendi anche perché si rischia di incorrere in violazioni penali. Niente fiamme libere a meno di cento metri dalle zone boschive, fumare e disperdere mozziconi di sigarette e fiammiferi o usare fornelli.

(Immagine di repertorio)

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy