Canavese: stordivano e rapinavano le prostitute. Caccia alla “banda dello spray al peperoncino”

San Benigno Canavese

/

14/09/2018

CONDIVIDI

Vittime due "lucciole" nigeriane. I banditi le hanno fatte salire sull'auto e le hanno aggredite per impadronirsi del denaro

Prima le abbordavano per strada, contrattavano il prezzo per la prestazione sessuale, facevano salire a bordo dell’auto le donne, spruzzavano sul loro viso uno spray urticante al peperoncino e le rapinavano. Vittime dei membri della “banda del peperoncino” sono state due prostitute nigeriane, rapinate a distanza di un’ora l’una dall’altra. E’ accaduto a San Benigno Canavese e a Castagneto Po, nei pressi di Chivasso, nella giornata di mercoledì 12 settembre.

La “lucciola” abbordata a San Benigno Canavese nella borsetta non aveva nulla di “appetitoso” e i malviventi l’hanno letteralmente spinta al di fuori dell’auto facendola ruzzolare a terra. La ragazza è stata soccorsa da altre connazionali che hanno chiamato il 118. Diverse le cose per la giovane prostituta rapinata a Castagneto Po: i rapinatori le hanno sottratto la borsetta contenente denaro contante e il telefono cellulare e sono fuggiti senza lasciare tracce.

Stando a quanto avrebbero testimoniato le due giovani aggredite e rapinate ad agire sarebbero state due persone. Su entrambi gli episodi stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Chivasso.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2019

Dramma a Usseglio: bimba di 10 anni cade mentre scia. E’ in rianimazione al “Regina Margherita”

Un altro grave in cidente su una pista da sci: una bambina di 10 anni è […]

leggi tutto...

Caselle

/

17/01/2019

Aeroporto di Caselle: mancano all’appello 20 rotte aeree. Fly Torino: “Si rischia un’estate di crisi”

Il rischio è concreto: la prossima estate potrebbe rivelarsi come qualla più infausta degli ultimi anni […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/01/2019

Costrinse la figlia ad assistere ai rapporti sessuali avuti con l’amante. A processo un 57enne

Avrebbe costretto la figlia ad assistere ai rapporti sessuali consumati con l’amante: a processo è finito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy