Canavese, si teme il massiccio arrivo di migranti e profughi

Canavese

/

14/07/2015

CONDIVIDI

Il Prefetto di Torino ha convocato i sindaci di trenta comuni tra i quali Favria, Volpiano, San Benigno, Leinì e Caselle

Ancora timori per il possibile arrivo dei profughi che quotidianamente sbarcano sulle coste del Sud Italia. I comuni canavesani non nascondono la loro preoccupazione. Tanto più che il prefetto di Torino, Paola Basilone, ha convocato per le 18 di giovedì i sindaci di una trentina di comuni tra i quali Borgaro, Leinì, Caselle, San Benigno, Volpiano e Favria. La questione all’ordine del giorno riguarda proprio i migranti e i profughi. La preoccupazione dei primi cittadini è palpabile: per accogliere i profughi occorrono fondi e la possibilità di fare accoglienza nel migliore dei modi e i comuni sopracitati non dispongono di spazi disponibili e idonei. Quali saranno i suggerimenti su questo tema? E cosa ne penserà la popolazione dei comuni interpellati? Dopo l’incontro tra i primi cittadini e Prefetto le idee saranno più chiare.

Dov'è successo?

Leggi anche

09/08/2020

“Pasticcio” voucher scuola, il consigliere Andrea Cane (Lega): “Si è trattato di un errore umano”

“Pasticcio” voucher scuola, il consigliere Andrea Cane (Lega): “Si è trattato di un errore umano”. Prima […]

leggi tutto...

09/08/2020

Previsioni meteo: allerta gialla per possibili “ondate di calore”. Martedì in arrivo i primi temporali

Il caldo e l’afa causati dall’avanzamento dell’anticiclone di matrice africana perdureranno anche nei prossimi giorni tanto […]

leggi tutto...

09/08/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, domenica 9 agosto, 38 nuovi contagiati, nessun decesso e 13 guariti

Coronavirus in Piemonte: oggi, domenica 9 agosto, 38 nuovi contagiati, nessun decesso e 13 guariti. L’Unità […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy