Canavese: senza il rinnovo del contratto di lavoro, la raccolta dei rifiuti è a rischio in tutto il territorio

Castellamonte

/

27/06/2016

CONDIVIDI

All'agitazione sindacale della scorsa settimana, ha aderito il 90% dei dipendenti delle società pubbliche, private e dei consorzi. Si prevedono ancora scioperi

Raccolta rifiuti a rischio in Canavese e in tutta la regione Piemonte, se non si troverà un accordo che soddisfi le richieste dei sindacati che rappresentano e tutelano gli interessi economici dei dipendenti delle aziende pubbliche e consortili che si occupano della gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Dopo il fallimento della trattativa con le aziende pubbliche, di fatto si è interrotta anche quella con le aziende private.

I sindacati sono sul piede di guerra: senza rinnovo del contratto la raccolta della spazzatura subirà notevoli rallentamenti. Le trattative sindacali in Canavese riguardano la Teknoservice per l’Alto Canavese, la Scs per i 40 comuni dell’Eporediese e la Seta per i centri urbani del Basso Canavese e del Chivassese. Il prefetto di Torino ha ricevuto i vertici delle Organizzazioni sindacali che sono sempre più convinti che le aziende interessate, siano esse pubbliche che private, intendano fare cassa sulla “pelle dei lavoratori”. In seguito all’incontro con il rappresentante territoriale del governo, è stato redatto un documento che sarà inviato al competente ministero.

Piero Grisolia, funzionario sindacale della Fit-Cisl afferma che i disagi subiti dai cittadini in queste settimane “hanno un nome e un cognome. Nulla è da imputare ai dipendenti che, con enormi sacrifici, non hanno operato per chiedere il rinnovo del contratto di lavoro”. Il vero nodo gordiano da sciogliere non è soltanto costituito dall’integrazione dei salari ma dal fatto che, a giudizio dei sindacalisti, le aziende intendono avere le mani libere per licenziare senza giustificato motivo.

La scorsa settimana all’agitazione indetta dai sindacati ha aderito il 90% dei dipendenti delle aziende pubbliche e private. Ma se non si troverà un accordo potrebbe essere varato un altro consistente pacchetti di giorni di sciopero.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy