Canavese: raffica di denunce per guida in stato di ebbrezza e segnalazioni per uso di droga

Canavese

/

04/10/2016

CONDIVIDI

Controlli a tappeto per prevenire incidenti e atti criminali. I carabinieri presidiano il territorio alto canavesano

Quattro persone denunciate e altre  nove segnalate alla Prefettura di Torino per uso personale di sostanze stupefacenti. E’ il bilancio dei controlli effettuati lo scorso fine settimana sulle strade canavesane dai carabinieri della Compagnia di Ivrea. A San Giorgio Canavese, Fiorano Canavese, Ivrea, Cuorgnè e Baldissero ben otto persone di età compresa tra i 17 e i 40 anni sono state segnalate alla Prefettura perché trovate in possesso di sostanze stupefacenti. In tutto i carabinieri hanno sequestrato dieci dosi di marijuana. E non è tutto: un uomo di 58 anni, residente a Banchette, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Dopo aver eseguito il test dell’etilometro i militari hanno riscontrato che il tasso di alcool nel sangue del conducente era di tre volte superiore ai limiti consentiti dal codice della strada. Patente ritirata e auto sequestrata.

Stessa sorte anche per un giovane ventiseienne di Rivarolo Canavese fermato in corso Vercelli sempre a Ivrea: fermato da un pattuglia dei carabinieri è stato anch’egli sottoposto al test dell’etilometro, ma nel suo caso il tasso di alcool era appena superiore al limite. Patente ritirata e salata sanzione amministrativa. Nei guai anche un cittadino di origine marocchina di 21 anni, residente a Pont Canavese: durante il servizio di controllo a Cuorgnè gli uomini dell’Arma hanno rivenuto nel cruscotto della su auto un coltello dalla lama lunga 20 centimetri e di una mazza di baseball. L’automobilista è stato denunciato alla procura della Repubblica di Ivrea. Le armi improprie sono state sequestrate.

Per lo stesso motivo sono stati denunciati un diciassettenne residente a Palazzo Canavese, trovato in possesso di un coltello a serramanico, un uomo di 63 anni di Pavone Canavese che con sè portava un coltello dalla lama lunga oltre 20 centimetri.

L’attività di prevenzione attuata dalla Compagnia di Ivrea, continua a registrare un bilancio più che positivo e dimostra come, ad onta di patenti ritirate e segnalazioni alla procura e alla Prefettura, gli automobilisti non rinunciare a guidare dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, a portare con sé coltelli e altri strumenti atti a offendere e sostanze stupefacenti. Guidare Dopo aver bevuto e fumato marijuana non solo costituisce un reato punito dalla legge, ma è una delle principale causa di gravi incidenti stradali, spesso fravi e, qualche volta, anche mortali.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/09/2019

Previsioni metereologiche: caldo e sereno fino a metà settimana. Nn Canavese cielo poco nuvoloso

Queste le previsioni metereologiche di lunedì 16 settembre: AL NORD Tempo sostanzialmente stabile su tutte le […]

leggi tutto...

15/09/2019

Alla scoperta del Duomo gotico e dei nocciolini di Chivasso con il Consorzio operatori del Canavese

Il Consorzio operatori turistici Valli del Canavese, in collaborazione con Ascom Chivasso, organizza per domenica 22 […]

leggi tutto...

15/09/2019

La Regione stanzia 15 milioni per iniziative di contrasto alla violenza su bambini e adolescenti

L’assessore regionale alle Politiche sociali, Chiara Caucino, annuncia la pubblicazione del bando “Ricucire i sogni”, che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy