Canavese: il Ponte Preti è sicuro ma deve essere urgentemente adeguato. A quando i lavori?

Strambinello

/

19/03/2019

CONDIVIDI

Almeno 800 camion percorrono quotidianamente la struttura viaria. La Città Metropolitana dovebbe investire venti milioni di euro per realizzare la variante

Solido ma inadeguato: nell’inconjtro che ha avuto luogo lunedì 18 marzo a Strambinello orgamizzato dall’Agenzia per lo sviluppo del Canavese, il consigiere metropolitano con delega ai Lavori Pubblici e alle infrastrutture Antonino Iaria ha sottolineato per l’ennesima volta che il Ponte Preti non costituisce un pericolo per il traffico. Ma allo stesso tempo l’esponente politico ha rimarcato che la struttura che scavalca il torrente Chiusella, non è più in grado di reggere la mole di traffico, sopratutto pesante, che quotidianamente lo percorre.

D’altro canto il Ponte Preti costituisce un nodo strategico nelle rete di trasporto che unisce l’Eporediese all’Alto Canavese, terra di piccole e medie industrie attive nel comparto dello stampaggio a caldo. Ancora una volta è stato messo in evidenza che il ponte richiede interventi di adeguamento urgenti (ovvero la realizzazione di una variante) che richiedono un investimento pari a una ventina di milioni di euro. Una cifra che per la Città Metropolitana non sarà facile reperire. I lavori sono indifferibili è stato detto a Strambinello e dovrebbero terminare entro il prossimo anno. Un termine che sarà probabilmente difficile rispettare dato che finora, al di là degli incontro non si è riusciti ad andare.

Ma a quando i lavori di adeguamento del Ponte Preti? Lavori sui quali l’ex senatore e questore del Senato Eugenio Bozzello sta conducendo da mesi una strenua battaglia per la sicurezza e una mobilità sostenibile.

Leggi anche

24/02/2020

“Ci apra dobbiamo fare il tampone per il coronavirus”. Allarme truffe in Alto Canavese

Strambino, Romano Canavese, Busano, Rivara e Forno: tutti comuni nei quali stanno entrando in azione i […]

leggi tutto...

23/02/2020

Piemonte, i casi positivi al Coronavirus scendono a tre. Negativi ai controtest i tre cinesi di Cuneo

Sono risultati negativi al controtest i cinesi ricoverati a Cuneo. La notizia è confermata dalle controanalisi […]

leggi tutto...

23/02/2020

Coronavirus, l’allarme del NurSind: “Il vero pericolo è il sovraffollamento dei servizi sanitari”

Coronavirus, l’allarme del NurSind: “Il vero pericolo è il sovraffollamento e l’intasamento dei servizi sanitari” . […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy