Il Canavese ospiterà a giugno il Campionato Italiano di ciclismo su strada e il GranPiemonte

Ivrea

/

22/03/2017

CONDIVIDI

Più che soddisfatto l'assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris: "Abbiamo scommesso sui territori per i Campionati Italiani di Ciclismo 2017, lavorando in stretta sinergia con RCS Sport, la Federazione Ciclistica Italiana, gli enti locali, le realtà economiche e le associazioni sportive e investendo energie, risorse e tanta passione"

La notizia è ufficiale: il Campionato Italiano di ciclismo su strada coinciderà con il Gran Piemonte 2017: ad ufficializzare date e modalità è stata, nella giornata di martedì 21 marzo, la Federazione Ciclistica Italiana e da Rcs Sport, organizzatrice della classica piemontese, oltreché dalla Regione Piemonte e dalla Camera di Commercio di Torino.

Alla presentazione ufficiale sono intervenuti anche il Campione Italiano in carica e vincitore dell’ultima edizione del Gran Piemonte, Giacomo Nizzolo; i commissari tecnici delle nazionali maschili e femminili, Davide Cassani e Dino Salvoldi; il vice commissario tecnico della Nazionale Paraolimpica, Fabio Triboli; il responsabile del settore paralimpico della Fci, Roberto Rancilio; il presidente della Lega Ciclismo professionistico, Enzo Ghigo e per il comune di Torino, l’assessore allo Sport Roberto Finardi.

La prova in linea élite maschile è in programma domenica 25 giugno e si corre su un percorso di 245 km complessivi con partenza da Asti. Percorso diviso in due parti: la prima, di avvicinamento al Canavese, perlopiù pianeggiante, mentre la seconda più mossa, presenta la salita di Castelnuovo Nigra e gli strappi di Caravino e Azeglio.

Poco dopo si passa per la prima volta sul traguardo di Ivrea, da dove comincia un circuito da affrontare quattro volte, con la salita di Serra da Chiaverano (3.4 km con pendenza media al 9%, massima al 13%) a fare da giudice. Dall’ultimo passaggio mancano ancora quattordici chilometri prima dell’arrivo, la prima metà dei quali in discesa, i restanti in pianura.

La cerimonia è stata l’occasione per consegnare una speciale maglia tricolore a Franco Balmamion, vincitore del Giro d’Italia nel 1962 e 1963, per ricordare i suoi cinquant’anni dal suo successo al campionato italiano (1967). Alla presentazione erano presenti anche Giacomo Nizzolo, attuale campione italiano e desideroso di fare il bis su un tracciato che gli si addice, nonché i commissari tecnici della nazionale italiana, Davide Cassani in testa.

“Come RCS Sport e come primi organizzatori italiani abbiamo l’obbligo morale di sostenere il movimento ciclistico”, ha commentato il direttore Mauro Vegni, che si dice convinto di avere davanti tre giorni di grande spettacolo che coinvolgeranno moltissimo pubblico sulle strade.

Questo il programma delle gare:

  • Venerdì 23 giugno – Cronometro uomini pro’; cronometro donne élite e juniores + crono paraolimpiche tutte le categorie uomini e donne.
  • Sabato 24 giugno – Cronometro uomini juniores, allievi maschile e femminile + prova in linea paraolimpici.
  • Domenica 25 giugno – Campionati assoluti in linea maschile e femminile + donne juniores.

Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte, ha dichiarato in merito alla grande manifestazione sportiva: “Abbiamo scommesso sui territori per i Campionati Italiani di Ciclismo 2017, lavorando in stretta sinergia con RCS Sport, la Federazione Ciclistica Italiana, gli enti locali, le realtà economiche e le associazioni sportive e investendo energie, risorse e tanta passione. Oggi presentiamo il risultato di questo impegno, frutto di un grande sforzo affrontato con gioia nella consapevolezza che il Piemonte ha tutte le carte in regola per essere non solo la patria del ciclismo, ma anche la casa dello sport. Grazie a questi ingredienti consegniamo una grande occasione, che è anche opportunità, per mostrare le nostre risorse e bellezze naturali e insieme i nostri talenti e le nostre eccellenze. Abbiamo vinto la scommessa del binomio sport-territorio, permettendo al ciclismo di fare da protagonista. Ma non ci fermiamo qui: continueremo a lavorare per dimostrare che il Piemonte è davvero terra di sport e di passione”.

 “L’aggiudicazione dei Campionati Italiani di Ciclismo è un motivo di orgoglio per un ambito sportivo che ha nel nostro territorio anche una rilevante manifattura di settore. Il Piemonte è, infatti, la terza regione italiana, dopo Lombardia e Emilia Romagna, per numero di imprese produttrici di biciclette (75), aumentate nell’ultimo quinquennio del 10,3% – ha affermato Vincenzo Ilotte, presidente della Camera di commercio di Torino –. Dai Campionati ci aspettiamo anche un successo in termini di ritorni economici indiretti che sistematicamente arrivano dagli eventi sportivi. Lo sappiamo dal nostro Osservatorio Alberghiero che, per fare un esempio recente, in occasione di Juve-Porto dello scorso 14 marzo, ha registrato il 92,8% di camere occupate”. 

Grande soddisfazione è stata espressa da parte del Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco: “La Regione Piemonte, terra che ci ha donato grandi campioni del ciclismo, continua nella sua missione di promozione del ciclismo di alto livello. Poter legare al GranPiemonte, una tra le più belle classiche italiane, nonché corsa storica giunta alla sua 101esima edizione, i Campionati Italiani è per la Federciclismo motivo di orgoglio. Sarà un Piemonte tricolore che accoglierà e, grazie alla legge delle sue strade, assegnerà la Maglia di Campione Italiano a tutte le categorie: dai professionisti alle donne élite e juniores per la prova in linea e a cronometro a cui si aggiungono le categorie juniores e allievi maschili per la prova contro il tempo. Sul tracciato del GranPiemonte anche il Campionato Italiano di Paraciclismo, in linea e a cronometro, di tutte le categorie. Questo per finalizzare i grandi risultati degli atleti paralimpici e dare loro una vetrina importante per poter promuovere l’attività come richiamo per altri giovani”. 

Il Direttore Generale RCS Sport, Paolo Bellino ha sottolineato come il rapporto con la Regione Piemonte e tutto il suo territorio è ormai consolidato da tempo. “Lo dimostrano le tante manifestazioni che RCS Sport ha portato e porta in questa splendide terre. L’arrivo del Giro d’Italia a Torino e le tappe sulle montagne che hanno fatto la storia della Corsa, il torneo Preolimpico di Basket, le tappe della Color Run e questa grande manifestazione che è il GranPiemonte. Siamo convinti che lo sport sia un traino importante per l’aggregazione e lo sviluppo del territorio. Per questo siamo certi che ci saranno ancora tanti progetti da sviluppare insieme”.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Strambino

/

21/09/2017

Strambino: incidente nei pressi del Lidl. Un uomo in scooter è stato travolto e ferito da un’automobile

Serio incidente nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre a Strambino all’ingresso del supermercato Lidl situato in […]

leggi tutto...

Ingria

/

21/09/2017

Ingria: dopo il rifiuto di Torino sarà il piccolo comune a ospitare la goliardica e contestata “Gara dei rutti”

Quel che Torino ha sdegnosamente rifiutato, il piccolo Comune canavesano di Ingria ha accettato: domenica 24 […]

leggi tutto...

Caselle

/

21/09/2017

Caselle: gli aerei decollano e le tegole volano. Stanziati 70mila euro per ancorare i “coppi” ai tetti delle case

Quando gli aerei decollano o atterrano, volano anche le tegole: a Caselle è ormai la norma, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy