Il Canavese è nella morsa del rovente caldo africano. Domenica si prevede l’arrivo di aria fresca

Rivarolo Canavese

/

23/06/2017

CONDIVIDI

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 giugno l'arrivo di un'data di aria fresca potrebbe provocare rovesci temporaleschi nel Chivassese e Basso Canavese

Non è finita: il caldo rovente causato dalla permanenza dell’anticiclone africano è destinato a perdurare almeno fino alla fine di giugno. Le strutture sanitarie dell’intero territorio sono in allerta perchè si prevede una straordinaria affluenza di bambini e anziani vittime di “colpi di calore”. Lo stesso Ministero della Salute ha diramato per le giornate di domani, sabato 24 e domenica 25 giugno, l’allerta in previsione del “livello 3-rosso di afa 10 in città” che in sintesi avverte che è più che possibile l’insorgenza di “condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.

Torino è tra le dieci città italiane con il bollino rosso. Nella tarda serata di sabato una prima ondata depressionaria creerà una evidente instabilità atmosferica causata dall’arrivo di aria fresca: nella mattinata di domenica 25 giugno, sono possibili nel Chivassese e nel Basso Canavese rovesci a carattere temporalesco con conseguente calo di almeno 5 gradi centigradi della temperature massime. Domani, sabato 24 giugno, si sfioreranno i 40 gradi: è il mese di giugno più caldo di sempre, o quanto meno lo è da quando sono iniziate le rilevazioni metereologiche.

I medici sconsigliano vivamente di uscire di casa nelle ore più calde del mattino e del pomeriggio, di svolgere attività fisica all’aperto, di trascorrere la giornata in luoghi aerati e di consumere molta acqua, frutta fresca e insalata.

Dov'è successo?

Leggi anche

02/04/2020

In arrivo a Caselle il primo contingente di 21 medici volontari che combatterà il Covid-19

Oggi, giovedì 2 aprile, alle ore 16,00 il presidente della regione Piemonte Alberto Cirio, con il […]

leggi tutto...

02/04/2020

Coronavirus: vendeva online mascherine “fantasma”. Truffati medici di Ivrea e Chivasso

Mascherine fantasma: sono quelle che vendeva online un imprenditore vercellese attivo nel settore del bestiame. Nella […]

leggi tutto...

02/04/2020

Coronavirus: il laboratorio analisi di Ivrea eseguirà i test rapidi per il Covid-19. Responso in un’ora

Il Laboratorio Analisi dell’Asl T04 entra a far parte della rete regionale dei Laboratori accreditati a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy