Senologia: l’Asl T04 premiata al concorso nazionale sulla comunicazione scientifica

Ivrea

/

21/05/2019

CONDIVIDI

Tenendo conto del valore simbolico e sociale dello screening mammografico e dell’allungamento della vita media, si conferma l’efficacia dello screening nelle donne asintomatiche di 70-75 anni. L'azienda ha presentato, nel corso di un convegno della Società Italiana Radiologia Medica, un poster che le è valso il posto nella classifica nazionale

Nell’ambito del Convegno Sirm (Società Italiana Radiologia Medica) Sezione Senologia Nazionale 2019, che si è svolto a Sorrento nei giorni 16 e 17 maggio, l’Asl T04 ha presentato una comunicazione scientifica sotto forma di poster che è stata premiata come prima classificata a livello nazionale. Il lavoro realizzato è frutto della collaborazione tra la Direzione Sanitaria aziendale, il Dipartimento dell’Area Diagnostica con le strutture di Senologia, di Radiodiagnostica Chivasso e di Anatomia Patologica e il Dipartimento di Prevenzione con l’Unità di Valutazione e Organizzazione Screening (Uvos) del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica.

Soggetto dello studio sono state le donne anziane asintomatiche (dopo i 69 anni di età), per le quali la mammografia di screening è garantita col Servizio Sanitario Nazionale fino ai 75 anni. L’obiettivo è stato quello di identificare uno strumento per pianificare le mammografie post-screening nelle donne con un’elevata aspettativa di vita.

Dal 2018, durante l’effettuazione della mammografia di “ultimo round”, è stato utilizzato un questionario valutante lo stato di salute percepito (sulla stima dei “giorni vissuti in salute”, secondo il metodo della sorveglianza PASSI, Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), le patologie associate (con il Charlson Comorbidity Index, CCI) e l’indice di dipendenza nelle attività della vita quotidiana (scala ADI), al fine di poter quantificare l’aspettativa di vita e rispondere alle domande su come pianificare i successivi controlli mammografici.

Dal questionario è emerso che, su un totale di 276 donne di “ultimo round” nel 2018, il 73,55% ha una percezione positiva del proprio stato di salute. La media dei giorni al mese vissuti in cattiva salute è di 2,47 per motivi fisici e di 2,68 per motivi psicologici e le attività abituali risultano limitate per circa 1,2 giorni al mese. Considerando i punteggi di CCI, l’87% delle donne ha una probabilità di essere viva l’anno successivo pari o superiore all’88% e l’85,5% risulta completamente autonomo nelle attività quotidiane.

In conclusione, tenendo conto dell’alto valore simbolico sociale dello screening mammografico e dell’allungamento della vita media, a giudizio dei dirigenti dell’azienda sanitaria, si conferma l’efficacia dello screening nelle donne asintomatiche di 70-75 anni e si identifica la necessità di avere uno strumento condiviso per la pianificazione delle mammografie post screening nelle donne con un’elevata aspettativa di vita.

Commenta il Direttore Generale dell’Asl T04, Lorenzo Ardissone: “La nostra Senologia, grazie agli investimenti in termini di risorse umane, tecnologie e spazi e alla competenza e dedizione degli operatori, ha raggiunto risultati eccellenti dal punto di vista clinico, con un progressivo trend di crescita del numero di prestazioni, sia di screening sia di diagnostica, erogate. Questo premio ci gratifica in modo particolare perché riconosce la professionalità, l’attenzione e l’impegno dedicati da tutti gli operatori che si occupano di senologia nell’Azienda. Professionalità, attenzione e impegno che si traducono anche in attività di ricerca, come quella oggetto della comunicazione scientifica in questione, per garantire il più elevato standard di qualità delle prestazioni erogate, anche nelle fasi di vita più avanzate”.

Leggi anche

Canavese

/

19/06/2019

Previsioni meteo: inizio d’estate all’insegna dell’instabilità. Possibili acquazzoni nel pomeriggio

Queste le previsioni metereologiche di mercoledì 19 giugno: AL NORD Instabilità prevalentemente pomeridiana al Nord, con […]

leggi tutto...

Caluso

/

18/06/2019

Lavori sulla provinciale 595 di “Mazzè” nel comune di Caluso. Proroga chiusura fino al 18 luglio

Per consentire all’Anas di provvedere all’esecuzione dei lavori di adeguamento e messa in sicurezza della ss. […]

leggi tutto...

Mandria

/

18/06/2019

Ennesimo grave incidente sulla “Direttissima” della Mandria. Ferita una donna residente a Cafasse

Ancora un ennesimo incidente sulla strada “Direttissima” della Mandria: nello schianto sono rimaste coinvolte due Fiat […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy