Canavese: la Regione Piemonte non ha i soldi per rinnovare il parco mezzi dei Vigili del fuoco

Rivarolo Canavese

/

22/06/2016

CONDIVIDI

Lo ha annunciato il vicepresidente del Consiglio Regionale Daniela Ruffino, che più volte ha sollecitato l'intervento regionale. E adesso ricorrerà la governo

I distaccamenti volontari dei vigili del fuoco? Dovranno continuare a fare di necessità virtù. Il che vuol dire che dovranno ancora fare i conti con la carenza di mezzi perché la Regione Piemonte non ha fondi da destinare per rinnovare il parco mezzi. Bella consolazione. I volontari dovranno continuare a fare i conti con la sopportazione e il coraggio. Il fatto che svolgano al meglio il loro servizio con abnegazione, seppure senza autobotti, non ha convinto la giunta regionale a scucire nemmeno un centesimo.

Lo ha annunciato nella giornata di ieri la vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte Daniela Ruffino che espresso tutto il suo rincrescimento per non essere riuscita, nonostante i continui solleciti, ad ottenere uno stanziamento adeguato che garantisca ai distaccamenti volontari di operare con maggiore serenità al servizio del territorio e della pubblica incolumità. Ieri, nel corso del consiglio regionale è stata discussa, senza successo, una sua interrogazione.

“Ancora una volta non ho registrato un impegno concreto da parte della giunta Chiamparino per salvaguardare i distaccamenti territoriali dei Vigili del Fuoco volontari. La Regione è al palo. Incontrerò il sottosegretario agli Interni, Gianpiero Bocci, per sottoporre il problem ha sottolineato Daniela Ruffino -. Quando sostengo che la Regione non sta operando per difendere i volontari – aggiunge l’esponente di Forza Italia –  lo dico a ragion veduta visto che non mi risulta quella attività minima di moral suasion che servirebbe a livello nazionale per aumentare i trasferimenti governativi. Così come non penso che possano essere considerate come proprie azioni quelle promosse dal mondo privato che regala mezzi e raccoglie fondi per i vari distaccamenti”.

E dato che la situazione nella quale operano i distaccamenti volontari piemontesi e, in particolare, quelli dell’Alto Canavese, è decisamente critica, l’esponente politico di Forza Italia ha annunciato che farà ricorso direttamente al governo centrale sollecitando un incontro con il sottosegretario al Ministero degli Interni. Le condizione nella quale sono costretti ad operare i vigili del fuoco volontari di Cuorgnè e Rivarolo, tanto per fare alcuni esempi, è drammatica e vergognosa. In gioco non c’è soltanto l’incolumità dei pompieri, che fanno più di quello che dovrebbero ma non consente di affrontare adeguatamente le situazioni di emergenza. A discapito, ovviamente della popolazione.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/08/2019

Firmato in Regione l’accordo per incentivare il ritorno degli immigrati nei Paesi d’origine

Vuole dare impulso al rimpatrio volontario assistito il progetto sperimentale contenuto in un accordo firmato il […]

leggi tutto...

20/08/2019

Ceresole, afflusso record di turisti. Il vicesindaco Mauro Durbano: “Merito di tutto il paese”

Ottimi risultati per la stagione turistica a Ceresole. Tantissime le presenze registrate e numerosi gli eventi […]

leggi tutto...

20/08/2019

Canavese: Poste Italiane investe nel decoro urbano e nei servizi destinati ai piccoli comuni

Sei nuovi Atm Postamat installati, 15 barriere architettoniche abbattute, 34 paesi interessati dal progetto “decoro urbano”, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy