Canavese: in cinque finiscono nella rete dei controlli dei carabinieri. Tutti denunciati per furto

Ivrea

/

08/12/2015

CONDIVIDI

Burolo, Pavone Canavese, Fiorano: gli uomini dell'Arma passano al setaccio tutto il territorio per scoraggiare la microcriminalità

L’attività di prevenzione e di controllo effettuato dai carabinieri della Compagnia di Ivrea prosegue senza soste, soprattutto in vista dell’approssimarsi delle festività natalizie. L’obiettivo è quello di scoraggiare ladri e rapinatori. E, come di consueto, nella rete degli uomini dell’Arma, sono caduti parecchie persone che hanno compiuto reati. Ad oggi, tra Ivrea e Rivarolo e in gran parte del territorio canavesano, sono state denunciate cinque persone accusate di furto.

Primo episodio: i militari hanno denunciato con l’accusa di furto aggravato C.P. residente a Chivasso e fermato a Pavone Canavese. Il giovane, 25 anni, di origine romena, stato sorpreso all’interno dell’ipermercato “Bennet” proprio nel momento in cui si stava impossessando, senza pagare, di una bottiglia di grappa. I carabinieri hanno restituito la refurtiva alla direzione del centro commerciale.

E ancora: alle 23, sempre all’Ipermercato Bennet di Pavone Canavese un agente della vigilanza notturna in servizio notturno persso il centro commerciale ha notato due persone che stavano camminando sul tetto dell’edificio. L’uomo ha immediatamente avvisato i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Ivrea che ha inviato sul posto una pattuglia. Quando sono giunti sul posto i militari hanno identificato due giovani, entrambi di nazionalità romena che si trovavano in possesso di un borsone contenente oggetti da scasso. I due sono stati bloccati e denunciati per tentato furto in concorso.

E non è tutto: una messicana di 32 anni ha tentato di rubare un passeggino al centro commerciale “Carrefour” di Burolo. Il trucco escogitato dalla donna, era ingegnoso: aveva adagiato il figlioletto sul passeggino fingendo che fosse di sua proprietà. La naturalezza della donna non ingannato un addetto alla sicurezza ch,e dopo averla tenuta d’occhio, l’ha bloccata. Successivamente la direzione del centro commerciale ha richiesto l’intervento dei carabinieri di Ivrea. Una pattuglia dell’Arma che si trovava nei pressi dell’esercizio commerciale è subito intervenuta. La donna messicana ha dovuto restituire ai responsabile del “Carrefour” il passeggino ed è stata denunciata con l’accusa di furto aggravato.

A Fiorano Canavese, invece, nel corso di alcuni controlli eseguiti sul territorio, gli uomini dell’Arma hanno fermato un sessantenne, già conosciuto alle forze dell’ordine, che è stato trovato in possesso di due coltelli a serramanico senza che sia riuscito a spiegarne il motivo. Le armi sono state ritrovate nell’auto durante un’accurata perquisizione, ben occultate. P.S.V., 60 anni, è stato denunciato a piede libero per porto di armi e oggetti atti a offendere. L’azione di controllo del territorio prosegue sia nelle ore diurne che in quelle notturne.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

21/11/2017

Service dei Rotary Club di Cuorgnè, Canavese e di Ivrea, per alleviare la solitudine degli anziani

E’ stato denominato “Rompere la Solitudine” Il service del Rotary Cub Cuorgnè e Canavese a favore […]

leggi tutto...

Ivrea

/

21/11/2017

Asl To4: ostetrica nei consultori familiari dell’Asl To4. L’accesso è possibile senza prenotazione

La riorganizzazione della rete dei Consultori Familiari dell’Azienda, diretti dal dottor Fabrizio Bogliatto, è stata portata […]

leggi tutto...

Mazzé

/

21/11/2017

Tonengo di Mazzè: aggredisce tre persone in pasticceria prima di essere bloccato dai carabinieri

Momenti di panico l’altro giorno in frazione Tonengo di Mazzè, nel cuore del Canavese: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy