Da Mazzè e Romano a Piverone, una grande folla ha partecipato alla “Caccia al tesoro del Canavese”

Mazzé

/

23/10/2017

CONDIVIDI

Domenica 22 ottobre le squadre di cacciatori si sono aggirate per i borghi ed i paesi con la curiosità tipica di chi gioca, indaffarati a raccogliere indizi, superare prove e risolvere enigmi, destando interesse nelle persone del luogo, che si sono fatte coinvolgere

Domenica 22 ottobre il Canavese si è trasformato in un campo da gioco per una piacevolissima giornata di divertimento intelligente, da trascorrere in compagnia della famiglia o degli amici, alla scoperta dei miti e delle leggende, delle conquiste e delle ribellioni, dei sapori e delle tradizioni, dei grandi personaggi e dei Castelli del Canavese.

La seconda edizione della Caccia al Tesoro del Canavese si conferma una manifestazione di successo ed uno dei principali eventi del territorio, per numero di partecipanti, interesse e riscontri di pubblico. Un evento che nasce con l’obiettivo di promuovere il territorio permettendo ai “cacciatori” di godersi al meglio ogni tappa prevista lungo il percorso, per scoprire aneddoti e curiosità di ciascun luogo visitato.

Quest’anno l’itinerario è partito da Mazzè per concludersi in festa alla Cantina della Serra di Piverone, passando per Romano Canavese, Agliè e Ivrea. Da mattino a sera le squadre di cacciatori si sono aggirate per i borghi ed i paesi con la curiosità tipica di chi gioca, indaffarati a raccogliere indizi, superare prove e risolvere enigmi, destando altrettanto interesse nelle persone del luogo, che si sono fatte coinvolgere diventando a loro volta simpatici complici. Il tutto assaggiando le specialità tipiche locali e degustando Erbaluce in omaggio al cinquantesimo dell’assegnazione della D.O.C.

La Caccia al Tesoro del Canavese, organizzata da Emozioni in Canavese in partnership con l’Associazione Il Diamanteil cui direttore artistico è Davide Mindo, ha riscosso un enorme successo di pubblico e di interesse, premiando il lavoro di una squadra che si impegna a valorizzare questo bellissimo territorio e le sue eccellenze culturali ed enogastronomiche, e che di anno in anno cerca di offrire ai partecipanti nuove emozioni.

Davide Mindo ha coordinato le tappe ed ha saputo coinvolgere e divertire con grande simpatia ed intelligenza. Gli organizzatori ringraziano tutti i partner che con vero entusiasmo hanno immediatamente aderito alla loro proposta di collaborazione e hanno permesso loro di realizzare questa coinvolgente seconda edizione della manifestazione turistica: il Comune di Mazzè, la Pro Loco di Mazzè ed i produttori locali, l’Azienda Agricola Piatti Antonella di Mazzè, il Comune di Romano Canavese, il Collettivo Arte in Fuga ed il suo Presidente Tony Muroni, l’Azienda Agricola Caretto Loris di San Giorgio Canavese, il Comune di Agliè, il Polo Museale ed il Castello di Agliè, la Pro Loco di Samone, il Comune Città di Ivrea, l’Ostello Canoa Club, l’Associazione Via Francigena di Sigerico, gli Aranceri Scorpioni d’Arduino ed infine la Cantina La Serra di Piverone presieduta da Ivo Actis.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

20/11/2017

Aeroporto di Caselle: “sbarca” nello scalo il primo store virtuale della Marina Militare Sportswear

L’azienda toscana Iccab srl, produttrice e distributrice in esclusiva del brand di abbigliamento Marina Militare Sportswear […]

leggi tutto...

Volpiano

/

20/11/2017

La Comital di Volpiano fa marcia indietro, ritira i licenziamenti e chiede la cassa integrazione

La Comital di Volpiano fa marcia indietro e ha ufficialmente comunicato che a far data da […]

leggi tutto...

Ivrea

/

20/11/2017

Ivrea, la Band canavesana “The Jab” sbarca ad “Amici”, il celebre talent di Maria De Filippi

Il primo ostacolo, quello dei casting, è stato superato: la band eporediese “The Jab” partecipa ufficialmente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy