Canavese: i finanzieri sequestrano 80mila gadget falsi da commercializzare per lo scudetto della Juve

19/05/2018

CONDIVIDI

I titolari delle aziende coinvolte, due imprenditori italiani, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per contraffazione, frode in commercio e ricettazione

Sono oltre 80 mila gli articoli sportivi sequestrati la scorsa giornata dalla Guardia di Finanza di Torino recanti il marchio della squadra calcistica della Juventus falsamente “griffato” e pronti per essere immessi sul mercato in vista degli imminenti festeggiamenti per la vittoria dello scudetto. Le indagini, condotte dai Baschi Verdi del Gruppo Torino e coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese, hanno interessato due aziende del torinese di stampaggi e articoli da regalo. Una situata in Canavese e l’altra in bassa Val Susa.

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati oltre 80mila articoli contraffatti nonché 20 macchinari industriali, apparati informatici impiegati per la produzione degli articoli contraffatti, 60mila imballi oltre a file e cliché relativi ai marchi registrati per un valore di oltre 770mila euro. I titolari delle aziende coinvolte, due imprenditori italiani, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per contraffazione, frode in commercio e ricettazione.

La merce sequestrata, gadget di ogni tipo della Juventus: maglie, magneti, cover, cuscini, era destinata, principalmente, ai festeggiamenti per la vittoria dello scudetto della squadra Piemontese.
L’operazione rientra nel quadro delle attività svolte dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia legale e sono finalizzate a preservare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed Europea. Le indagini della Guardia di Finanza proseguono per ricostruire il profitto dell’illecita attività imprenditoriale.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/09/2019

Volpiano: sì alla messa in sicurezza della “provinciale” per Leinì, teatro di incidenti mortali

La questione della pericolosità di un tratto della Strada Provinciale 500 a Volpiano, all’incrocio con via […]

leggi tutto...

18/09/2019

Ceresole Reale: escursione guidata in E-bike alla scoperta dei tesori del Parco del Gran Paradiso

L’obiettivo è quello di promuovere il territorio e il turismo locale: in questo contesto il bar […]

leggi tutto...

18/09/2019

Ivrea, la Manital finisce in tribunale. Sul futuro dell’azienda deciderà il giudice fallimentare

Amministrazione controllata per la Manital di Ivrea? A decidere sull’ammissibilità per insolvenza saranno i giudici del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy