Canavese: dopo la sciagura ferroviaria pugliese timori per la sicurezza. Tre le tratte a binario unico

Rivarolo Canavese

/

14/07/2016

CONDIVIDI

La Chivasso-Aosta, la Torino-Ceres e la Canavesana sarebbero tra le linee da ammodernare. Rfi e Regione: "I treni dispongono di avanzati sistemi di blocco automatico"

Dopo la tragedia ferroviaria che ha sconvolto la Puglia e l’intera Italia, ritorna prepotentemente alla ribalta della cronaca, l’ultradecennale problema delle linee ferroviarie obsolete e a binario unico. Il 55% dell’intera rete ferrovia interna è in condizioni di emergenza. Il Piemonte è tra le regioni italiane che possiede il maggior numero di chilometri di ferrovia a binario unico, parte dei quali non elettrificati e percorse da vecchie littorine risalenti gli anni Sessanta e convogli diesel. 1.190 chilometri su 1,993.

Il Canavese rientra nel novero delle tratte a binario unico: la Chivasso-Aosta e i collegamenti assicurati al Gtt come la Torino-Ceres e la Canavesana che arriva fino a Pont Canavese. Il drammatico scontro ferroviario accaduto in Puglia che ha causato finora 23 vittime oltre a una cinquantina di feriti, alcuni dei quali versano in gravi condizioni, ha suscitato non pochi timori tra i tanti utenti delle tre linee ferroviarie citate: linee antiquate, passaggi a livello pericolosi, scarsa manutenzione dei mezzi. Ma a giudizio di Rfi e dell’assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco la rete canavesana è dotata del più avanzato sistema di controllo del traffico ferroviario che, grazie ai sensori installati lungo i binari, nelle stazioni e a bordo dei treni. C’è da dire anche, però, che le due linee gestite dal Gtt non dispongono di questo sistema di controllo anche se, spiega l’assessore, sono comunque dotati di un sistema di blocco automatico sicuro.

Ma la presenza dei tanti, troppi passaggi a livello ritenuti pericolosi e che nel passato hanno suscitato tante polemiche innescate dai comitati dei pendolari è no dei problemi che da ani attende di essere risolto. L’interruzione del traffico ferroviario sulla Torino-Ceres (che di protrarrà per diversi mesi) causata da un incendio scoppiato bella stazione ferroviaria di Ciriè a causa di un furgone che ha urtato la sbarra di un passaggio a livello che a sua volta è finita sui cavi ad alta tensione, lascia da pensare.

Dov'è successo?

Leggi anche

05/06/2020

Ceresole: il paese accoglie gratuitamente 150 infermieri e medici che hanno combattuto il Covid

Ceresole Reale è un piccolo comune. Un centro abitato in Valle Orco di 167 abitanti che […]

leggi tutto...

05/06/2020

Piemonte: scattano le denunce per la “bufala” sulle mascherine tossiche distribuite dalla Regione

“La Regione Piemonte sta procedendo a denunciare per procurato allarme quanti hanno dato visibilità all’ignobile accusa […]

leggi tutto...

05/06/2020

Coronavirus in Piemonte: negli ospedali si svuotano e chiudono i reparti Covid. Ma risalgono i contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che oggi, venerdì 5 giugno, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy