“Canavesana”: aggredito un controllore. Passeggero senza biglietto gli storce il braccio e poi scappa

Rivarolo Canavese

/

12/09/2018

CONDIVIDI

E' successo alla stazione di Torino Lingotto. Il convoglio ferroviario era partito da Rivarolo Canavese ed era diretto a Chieri. Indagano gli agenti della Polfer

Ancora un’aggressione ai danni dei controllori in servizio sui convogli ferroviari della “Canavesana”: l’episodio ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri martedì 11 settembre sul treno partito da Rivarolo Canavese e diretto a Chieri, ala stazione di Torino Lingotto. L’aggressione è scattata quando i due controllori del Gtt, saliti sul treno alla stazione di Porta Susa hanno chiesto a due passeggeri di origine straniera, di esibire la “Bip Card”: uno dei due giovani ne ha esibito una priva di corse caricate mentre il compagno ha confermato di non esserne in possesso.

I due controllori hanno chiesto ai due passeggeri se avessero intenzione di pagare la corsa del treno, maggiorata dalle sanzioni, ma i giovani passeggeri hanno ammesso di non possedere denaro.

Per questa ragione i ragazzi sono stati fatti scendere alla stazione di Torino Lingotto ed è stata avvisata anche la polizia ferroviaria, ma non appena si sono aperte le porte automatiche del convoglio ferroviario il ragazzo sprovvisto della “Bip Card” si è dato alla fuga mentre l’altro, dopo aver esibito un documento d’identità per la multa, ha all’improvviso afferrato il braccio di uno dei controllori e lo ha storto per riappropriarsi della “Card”. Poi ha tentato di scagliare addosso all’uomo la bicicletta che aveva con sé ed è fuggito.

Il controllore e gli agenti di polizia hanno tentato, senza successo, di inseguire l’aggressore e il compagno. Il dipendente Gtt è stato medicato in stazione dal personale del 118 e non ha dovuto ricorrere alle cure mediche. Sull’episodio stanno indagando gli agenti della Polfer.

Dov'è successo?

Leggi anche

28/01/2020

Sicurezza: i comuni canavesani chiedono 18 milioni di euro. Ne arrivano 400 mila ad Agliè

Quattrocentomila euro dal ministero dell’Interno. Esulta Marco Succio, sindaco di Agliè perché con quei fondi potrà […]

leggi tutto...

28/01/2020

Caselle ricorda con commozione i cinque patrioti assassinati 75 anni fa dai repubblichini

Luigi Cafiero, Antonio Garbolino, Andrea Mensa, Adolfo Praiotto e Mario Tamietti: questi i nomi dei cinque […]

leggi tutto...

28/01/2020

Ciriè: in casa attrezzi per l’edilizia, il giardinaggio e vini pregiati. 42enne denunciato per ricettazione

Denunciato dai carabinieri un imbianchino con l’accusa di ricettazione. Gli uomini dell’Arma hanno rivenuto nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy