Caluso: studente segnalato alla procura dei minori. In un libro nascondeva un coltello e la droga

Caluso

/

06/05/2016

CONDIVIDI

Il ragazzo è stato fermato dai militari mentre si stava recando al liceo "Martinetti"

A scuola è andato con tanto di zaino contenente i libri e quaderni, come tutti i giorni. Ma in uno dei testi nascondeva un coltello a serramanico e qualche grammo di droga. Sono stati i carabinieri della stazione di Caluso, al comando del maresciallo Davide Trentin a scoprirlo durante uno dei tanti controlli che i militari eseguono, nell’ambito della prevenzione sullo spaccio di droga, nelle scuole superiori canavesane. Lo studente diciassettenne è stato fermato la mattina mentre il ragazzo si stava recando al liceo Martinetti.

Gli uomini dell’Arma si sono subito resi contro che l’agitazione che lo studente aveva mostrato alla vista dei militari non era normale e, dopo un’accurata perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto un coltello con una lama di otto centimetri e qualche grammo di hashish . In considerazione del fatto che il ragazzo è incensurato, è stato segnalato al Tribunale dei minori di Torino per il possesso del coltello.

Da tempo i militari del Nucleo Cinofilo tenevano d’occhio le scuole superiori di Caluso anche se, finora, non avevano trovato tracce di sostanze stupefacenti. Fino all’altra mattina, quando hanno fermato lo studente. I carabinieri hanno avvisato il dirigenti del liceo e i genitori.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

15/12/2018

Rivarolo, autovelox nascosto in frazione Mastri ma solo per studiare gli automobilisti

La prevenzione passa attraverso la compresione del livello di civiltà e di ripsetto della legge dimostrata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2018

Centinaia di pacchi dono confezionati dai soci del Rotary Cuorgnè e Canavese in nome della solidarietà

Anche quest’anno i soci del Rotary Club di Cuorgnè e Canavese e del Rotaract hanno dato […]

leggi tutto...

Chivasso

/

15/12/2018

Chivasso, mamma contro le maestre della materna: “Preferivo mio figlio pisciato che vestito di rosa”

Una baraonda. E tutto perche le maestre hanno fatto indossare a causa dell’esarimento dei pannolini a […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy