Caluso: non pagavano le tasse dei clienti. Fiscalisti nei guai per l’evasione di 1,5 milioni di euro

11/06/2018

CONDIVIDI

Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Ivrea, coordinate dalla procura avrebbero accertato che le dichiarazioni dei clienti venivano presentate ma senza versare l'Iva

Un milione mezzo di euro: a tanto ammonterebbe l’evasione fiscale che gli agenti della Guardia di Finanza di Ivrea avrebbero accertato nei confronti di un noto studio contabile di Caluso. Di fatto, dopo quattro anni di accurate indagini coordinate dalla procura di Ivrea, investigatori e inquirenti avrebbero appurato che lo studio presentava egolarmente le dichiariazioni dei clienti, ma ometteva di versare l’Iva allo Stato.

Le indagini dei Finanzieri si sono focalizzate anche sui conti correnti intestati allo studio ed al legale rappresentante, scoperchiando un vero e proprio vaso di Pandora. la vicenda risale al 2013 quando numerosi clienti dello studio contabile si erano visti recapitare cartelle esattoriali da parte di Equitalia, dell’Inps e dall’Agenzia delle Entrate, nonostante avessero pagato il dovuto allo studio contabile: cifre da capogiro che ha messo in difficoltà numerosi professionisti e piccole aziende.

L’esame dei conti correnti ha messo in evidenza un elevato numero di versamenti in contanti, assegni e bonifici bancari giustificati solo in minima parte con emissioni di fatture o per far fronte a versamenti nei confronti dello Stato.

Sono stati quindi recuperati a tassazione circa un milione e mezzo di euro, tutti movimenti di conto corrente, che non facevano riferimento a nessuna operazione regolarmente fatturata. Sulla scorta di quanto sarebbe stato accertato è presumibile che si tratti dei pagamenti effettuati dai clienti, che tuttavia hanno preso una strada diversa da quella che in buona fede i clienti stessi credevano dovessero prendere. Sono attualmente indagati a vario titolo di falso, truffa, appropriazione indebita ed esercizio abusivo della professione, il titolare dello studio, i due figli e tre collaboratori.

Dov'è successo?

Tags

Caluso

Studio
Leggi anche

Strambinello

/

19/08/2018

Viabilità: in 12mila firmano la petizione on line di Bozzello. L’8 settembre un convegno sul Ponte Preti

Il famigerato “Ponte Preti” di Strambinello, dopo la tragedia causata a Genova dal crollo del viadotto […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

19/08/2018

Castellamonte: dimesso dai medici dopo un incidente. S’indaga sul decesso di Giuseppe Panella

Saranno celebrati domani lunedì 20 agosto nella chiesa parrocchiale di Castellamonte i funerali di Giuseppe Panella, […]

leggi tutto...

Canavese

/

19/08/2018

Sanità: un medico su tre del 118 è precario. Un Comitato chiede contratti di lavoro regolari

Un medico sue tre in servizio al 118 è precario: lo denuncia il Campest 118 Piemonte, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy